Il parere dell’inesperta: la prima volta che ho usato MIA 2

Non parlerò qui della mia prima volta con MIA 2 perché, ad essere sincera, non me la ricordo. 

Ho comprato MIA 2 qualche anno fa, non ricordo bene quando, ma sicuramente prima del Covid. Lo devo avere usato, sicuramente, perché altrimenti perché lo avrei comprato?

Lo devo avere usato forse una, magari due volte, e poi devo averlo riposto in fondo a un cassetto e dimenticato lì.

Not impressed.

Poi è arrivato il Covid a cambiare tutto nelle nostre vite, compreso il modo in cui facciamo sesso. Almeno per quanto mi riguarda. C’era questo tizio che avevo incontrato subito prima del lockdown e che, sfiga ha voluto che abitasse in un’altra regione. Cioè eravamo vicinissimi ma in due regioni diverse e per qualche mese è stato impossibile vedersi. Ma ci sentivamo tanto e le telefonate finivano sempre un po’ in quel modo lì, con lui con la mano dentro i pantaloni. E io anche.

E una sera dopo una di queste telefonate bollenti, mi sono improvvisamente ricordata di MIA 2. Ma proprio mi è venuto fuori dal nulla, buffo come funziona la nostra memoria. 

Non sapevo nemmeno più se ce l’avevo, ma mi ricordavo perfettamente dove fosse. Ho buttato le mani dentro il cassetto, ravanato di qua e di là e niente, non c’era più. Ma siccome appunto non è che avessi chissà cosa da fare, ho iniziato a tirare fuori tutto il contenuto e alla fine, eccolo là, in fondo, in un angolino dove le mie mani non erano arrivate!

Mi è sembrato un segno del destino.

L’ho tirato fuori dal suo sacchettino e il non ricordo della prima volta mi è tornato in mente. Visto così, non è che trasudi sensualità da tutti i pori, sembra davvero più un trucco o un accessorio hi tech. Già quando lo accendi e si mette a vibrare le cose cambiano perché le vibrazioni sulla punta sono davvero potenti. 

Io poi, come dicevo, ero già molto ispirata dalla telefonata e, anche se la ricerca con svuotamento del cassetto mi avevano un po’ distratta, mi è bastato ripensare ad alcune fasi della nostra conversazione, ad alcuni toni, e subito mi sono ripresa.

La cosa che ho apprezzato di più di MIA 2 è che, pur avendo una forma super basica e delle dimensioni mini, è davvero un oggetto molto versatile. 

Io per esempio ho cominciato a usarlo fuori e, fai che ero già un pezzo avanti, fai che era un sacco di tempo che non venivo stimolata sessualmente da un qualcosa che non fossero le mie dita, sono venuta quasi subito.

Ma hai presente quando hai quegli orgasmi che invece di metterti tranquilla ti fanno venire ancora più voglia? Ecco, è stata una cosa così e ho continuato a giocare con MIA 2 e a un certo punto l’ho infilato anche dentro. E lì davvero è stato piacevolissimo perché vibra un sacco ma non è ingombrante come un vibratore ed è come se non ti toccasse mai nel punto giusto ma tu intanto che lo sposti e lo giri e lo indirizzi ti ecciti sempre di più e alla fine l’orgasmo che ho provato è stato lentissimo. E lunghissimo.

Ovviamente poi è scattata lunga telefonata dettagliata con il tizio, e lì altro orgasmo. Posso dire che, da quella sera, MIA 2 è diventato parte integrante delle nostre telefonate e che lui ha imparato a usarlo su di me prima ancora di prenderlo in mano per la prima volta.

Ma questa è un’altra storia.

PROVA ANCHE TU MIA 2