Il piacere inaspettato dell’orgasmo accidentale

Ti abbiamo già parlato dell’anorgasmia, una condizione per cui un uomo o una donna, in alcuni periodi della propria vita o in alcuni momenti, non riescono a raggiungere l’orgasmo. Il problema opposto è quello di chi soffre di orgasmi continui, improvvisi e incontrollabili, ovvero la ‘sindrome da eccitazione sessuale persistente’.

Quello di cui ti vogliamo parlare oggi è un fenomeno diverso ma, forse, altrettanto raro, ovvero l’orgasmo accidentale.

Che è esattamente quello che sembra, un orgasmo assolutamente gratuito, imprevisto, non cercato. Un orgasmo generato da una stimolazione non sessuale, in un luogo o in un contesto nel quale non ti aspetteresti (e a volte nemmeno vorresti) che si verificasse.

È un orgasmo che provano tutti?

Magari ti è capitato ma, come ti abbiamo anticipato, si tratta di un fenomeno alquanto raro. Quasi tutti hanno bisogno di una stimolazione fisica, mentale ed emotiva ben precisa per avere un orgasmo, ed è davvero difficile averle tutte e tre (o anche una sola!) senza intenzione.

La gran parte di noi vive un’intera vita senza conoscere le gioie (e gli imbarazzi) dell’orgasmo accidentale. I pochi fortunati che madre natura ha dotato di una libido superiore alla norma, o che stanno vivendo un momento particolarmente sensuale della propria vita, hanno più probabilità di avere quest’esperienza, essendo più ricettivi e aperti a qualsiasi tipo di stimolazione che ricevono, anche quella, appunto, più casuale.

Come si verifica un orgasmo accidentale?

In maniera assolutamente inconscia. Magari sei in sella a una bici o a una motocicletta, o magari sei seduta sulla lavatrice. All’improvviso ti senti bene, molto bene, forse ti rendi conto di quello che sta succedendo e lo assecondi, o magari ti coglie totalmente di sorpresa.

Alcuni riferiscono di aver provato un orgasmo accidentale durante una camminata veloce o una corsa: lo sfregamento contro vestiti attillati e i movimenti ripetitivi possono bastare a spingere queste persone oltre il limite. Le cosiddette polluzioni notturne (quando l’uomo eiacula nel sonno) sono considerate orgasmi accidentali e similmente alcune persone riescono a provocarsi un orgasmo col solo col pensiero. Sembra strano e forse improbabile, ma sono tanti quelli che sostengono di riuscirci.

C’è poi il cosiddetto orgasmo ‘da palestra’, o coregasm, indotto dallo sforzo fisico e in particolare dagli esercizi addominali che stimolano anche il pavimento pelvico. Anche se, anche nel caso del coregasm, non è ben chiaro cosa lo generi.

Quindi? Come faccio ad averne uno?

Beh, il punto dell’orgasmo accidentale è proprio quello, di essere, appunto, totalmente imprevisto, quindi no, non puoi andare alla ricerca del piacere e poi, una volta ottenuto, spacciarlo per orgasmo accidentale.

Certamente, dedicarti a sport come la bicicletta o l’equitazione possono aumentare le tue chance. Così come indossare vestiti aderenti che stimolano le tue parti più sensibili.

E se proprio vuoi avere un orgasmo mentre stai facendo tutt’altro, che ne dici di provare con un vibratore bullet?