LELO_VOLONTE_La prima volta con SORAYA 2

Il parere dell’inesperto: la prima volta con SORAYA 2

Tra le varie recensioni di SORAYA 2 che abbiamo ricevuto, questa è un po’ speciale perché ci è stata inviata da un uomo e abbiamo pensato che, per una volta, può essere interessante avere un punto di vista ‘esterno’. Puoi trovare qui, informazioni un po’ più tecniche sul nuovo gioiellino di LELO.

Questa non è una vera e propria recensione, perché io sono un uomo e pertanto non ho potuto provare SORAYA 2 di persona. Però l’ho usato con una mia amica e sono qui a raccontarvelo.

Premetto che io e questa amica, che chiameremo Sally come la canzone di Vasco, siamo, appunto amici. Ci siamo conosciuti su Tinder, ci siamo piaciuti. Nessuno dei due vuole una cosa più seria anche se siamo tutti e due single, e va bene così.

Questo per dire che anche se ci frequentiamo da qualche mese io non è che la conosca poi così bene. A volte ci vediamo due o tre sere di fila, altre volte passano anche più settimane senza nemmeno sentirci. E in genere è lei che viene da me, non so perché, ma è cominciata così e così è continuata. Ma una sera mi ha mandato un messaggio e mi ha proprio chiesto di andare da lei.

Sally vive in un appartamento praticamente fatto da una sola stanza che fa da camera da letto, soggiorno e studio, più una cucina e un bagno microscopici.

Come sempre, siamo andati subito al dunque e, al momento magico, ovvero quello di mettere il preservativo, lei mi dice di cercarli nel cassetto di fianco al letto. Infilo la mano e, stupore degli stupori, tiro fuori un aggeggio che poi ho scoperto essere SORAYA 2. Sono rimasto di sasso: mi aspettavo di trovare una scatola di preservativi e invece mi trovo questa specie di sostituto del mio attrezzo. Ho fatto finta di niente, ho tastato un po’ alla cieca, trovato la scatola che cercavo, l’abbiamo fatto ed è stato bello come sempre. Ma ovviamente non potevo tacere della mia scoperta e così, quando lei è andata al bagno, l’ho tirato fuori. Proprio in quel momento ho sentito il rumore dell’acqua e ho capito che lei aveva deciso di buttarsi in doccia. Quindi, niente, mio malgrado ero lì, con il sostituto in mano e un po’ di tempo da soli, io e lui. La prima cosa che ho fatto è stato annusarlo, non so se mi aspettavo che avesse il suo odore o cos’altro. Fatto sta che SORAYA 2 non ha nessun odore, proprio zero. L’ho impugnato come impugneresti una pistola, quell’affarino sporgente mi faceva molto ridere e ho provato a premerlo come un grilletto. Avrei voluto paragonare la lunghezza dell’attrezzo con la mia, ma trovandomi in totale relax, la cosa non è stata possibile. E comunque non mi è sembrato particolarmente dotato, non in maniera preoccupante almeno. Mentre lo toccavo qua e là, SORAYA 2 si è acceso e si è messo a vibrare e la cosa mi ha colto totalmente impreparato. E, non so perché, mi ha fatto molto ridere.

Quindi quando Sally è uscita dalla doccia si è trovata davanti me con SORAYA 2 in mano e un riso idiota sulle labbra.  ‘È così che ti diverti quando non ci sono io?’ Le ho chiesto e lei mi ha detto ‘Se vuoi ci possiamo divertire tutti insieme.’ Non so perché, ma la cosa mi è sembrata molto eccitante.

Sally si è tolta l’accappatoio ed è sgusciata nel letto di fianco a me, era calda e profumata. Mi ha fatto una specie di dimostrazione di come funziona SORAYA 2, l’ha acceso, mi ha fatto vedere tutti i vari stili con cui vibra, mi ha spiegato a cosa serve quel grilletto esterno. Mi ricordo che aveva lo smalto rosso sulle unghie e trovavo molto sensuali le sue dita che si muovevano sull’azzurro di SORAYA 2, che si stringevano, che lo accarezzavano. Quello che fino a poco tempo prima mi era sembrato un oggetto un po’ buffo, quasi ridicolo, ha cominciato a cambiare aspetto per me.

‘Vuoi vedere come funziona?’ Mi ha chiesto poi. Ovviamente ho detto di sì. Allora lei si è alzata ed è andata in bagno, ho sentito l’acqua e ho immaginato che lo stesse lavando. Quando è tornata in camera aveva con sé una bustina di lubrificante, l’ha aperta e l’ha versato sulla punta di SORAYA 2, l’ha massaggiato un po’ in modo da spargerlo intorno alla punta e anche un po’ lungo i lati e poi me l’ha messo in mano. Sono rimasto un attimo senza parole, non sapevo bene cosa fare, ma poi lei si è sdraiata accanto a me e ho deciso di improvvisare. L’ho accarezzata per un po’ e quando mi è sembrata a buon punto, l’ho appoggiato su di lei e l’ho spinto dentro. Sono andata molto lentamente perché è piuttosto rigido e non volevo rischiare di farle male. Ogni tanto mi fermavo e poi ricominciavo a spingerlo dentro. Quando è entrato tutto, ho iniziato a muoverlo come quando facciamo l’amore, ma Sally ha appoggiato una mano contro la mia e ha iniziato a guidarmi. Prima l’ha reinserito tutto, poi quando anche il grilletto esterno è stato contro il suo corpo, ha spinto uno dei pulsanti, poi mi ha preso la faccia e abbiamo cominciato a baciarci. Per un po’ non è successo niente, mi stavo quasi scordando che c’era SORAYA 2 tra di noi, poi a un certo punto mi sono reso conto che Sally ogni tanto scendeva con la mano a spingere i tasti e che si stava eccitando di brutto. Allora mi sono staccato da lei e mi sono messo a guardarla, lei mi ha preso la mano e me l’ha guidata di nuovo sopra SORAYA 2. Ho capito che non dovevo più spostarlo, ma che potevo giocare con la pressione. Lei ha ripreso a baciarmi. Ho fatto un tentativo e ho provato a cambiare la velocità come mi aveva fatto vedere lei all’inizio, ho sentito il suo bacio diventare più profondo. Ho spinto con il pollice il grilletto su di lei e ho capito che questa cosa le piaceva un sacco. Siamo andati avanti ancora un po’ così, poi Sally ha avuto un orgasmo molto lungo.

È stata un’esperienza strana, in un certo senso è come quando la tocco io e la faccio venire solo con le mani, ma in un altro senso è stato un po’ come vederla fare l’amore con un altro o come vederla toccarsi. Molto, molto erotico. Quando è finito tutto, ho guardato di nuovo SORAYA 2, e ho notato che la mia percezione era cambiata completamente. Un oggetto che fino a pochi minuti prima mi sembrava buffo se non un po’ ridicolo, adesso mi sembrava super arrapante.

Adesso, quando Sally viene da me, si porta dietro anche SORAYA 2. E mentre sono a casa che l’aspetto, penso a questa donna che si muove per la città per venire a fare l’amore con me e che ha dentro la borsa un vibratore di lusso e non so, mi sembra di vivere in una specie di film.

Sally ha detto che per il compleanno mi regalerà uno di quegli anelli che si mettono sul pene, ma io non so se siamo pronti. Ai regali di compleanno intendo. 😉

Chi è Valentina Grandi

Pugliese di nascita, milanese di adozione, Valentina vive al quarto piano senza ascensore. Sarà per questo che ha scelto un lavoro che può fare anche da casa. Ama i negozi vintage, i vecchi cinema e Milano.

Lascia un commento