Tinder, o dello shopping online

Proprio quando pensavamo che tutto fosse già stato detto, visto e vissuto, che le relazioni sentimentali non avessero più segreti per noi, che le relazioni uomo-donna, uomo-uomo, donna-donna fossero state analizzate in ogni minima sfumatura, ebbene, proprio allora è nato il dating online a rivoluzionare completamente il mondo dei rapporti sentimental/sessuali tra le persone.

Che, un po’ come lo shopping online, ha cambiato radicalmente le nostre abitudini. È un bene, è un male? Per capirlo proviamo a elencarne pro e contro.

Tutti i pro

È comodo

Ci sono giorni in cui vuoi proprio andare a fare shopping. Non che ti serva un’altra maglietta o quel particolare frullatore che hai visto in vetrina. È che proprio hai voglia di vestirti, uscire di casa, mescolarti alla folla, parlare con gli estranei.
Poi ci sono i giorni in cui proprio zero, non ce la puoi fare, ma magari la maglietta ti serve davvero. O semplicemente hai voglia di novità, ma non abbastanza da sostituire le pantofole con un paio di scarpe. È allora che il catalogo del tuo brand preferito ti viene in soccorso.

LELO_MASSAGGIATORE_MONA2

Più o meno la stessa cosa succede quando la tua concupiscenza non riguarda un oggetto, ma l’uomo o la donna di turno. Ci sono sere in cui sei in vena di passare di locale in locale, vestita al tuo meglio e altre in cui solo un incendio potrebbe farti uscire di casa. E, triste ma comprensibile, il numero delle sere del secondo tipo aumenta in maniera proporzionale alla cifra dei tuoi anni.

Ed è allora che Tinder ti viene in soccorso e non solo ti offre tutta la scelta che vuoi senza bisogno di muoverti dal tuo divano, ma ti permette di apparire al tuo meglio anche se hai le occhiaie e i capelli sporchi. E non devi nemmeno metterti i tacchi.

Hai il massimo dell’offerta

Ok, magari hai anche voglia di fare shopping ma anche alla donna più compulsiva a un certo punto iniziano a mancare le energie. E, se non altro per limiti di tempo e di risorse, non puoi certo vedere l’intera collezione di Zara autunno/inverno 2016.

Uguale uguale quando vai in caccia di uomini. Hai più voglia di un tipo intellettuale da scovare alla rassegna di film francesi anni ’30 o del palestrato? Con Tinder non devi decidere,  basta scorrere e la più varia umanità apparirà sotto i tuoi pollici.

Puoi sempre fare il reso online

Ti sei innamorata a prima vista di quel paio di pantaloni neri, è stato proprio un colpo di fulmine ma, ahimé, quando hai scartato il pacchetto con mani trepidanti sei rimasta leggermente delusa dalla consistenza della stoffa. Poi li hai provati e hai capito che davvero non siete fatti l’uno per l’altra. Quello che devi fare è semplice e abbastanza indolore. Li ripieghi con cura e restituisci il pacco al mittente.
E con un po’ di fortuna e un po’ di tempo, rivedrai anche i tuoi soldi.

Hai conosciuto un tipo su Tinder, ma quando lo hai incontrato di persona hai capito subito che non poteva funzionare? Semplice, non devi neanche rifare il pacco, basta cancellarlo dalla lista dei tuoi match e non lo vedrai mai più per tutta la vita. Più semplice di così?

BENDA_IN_SETA

Contro

Non puoi provarlo

Se sei una vera professionista dello shopping lo sai già: niente è più difficile che prevedere come un vestito ti cade addosso. Sì ok, ci sono quei modelli che sai già che non ti donano. E, viceversa, quel tipo di taglio che si adatta bene alla tua figura. Ma hai presente quante volte ti sei dovuta ricredere? Quante volte hai infilato un vestito giusto per non sentire più le insistenze della commessa e hai scoperto che ti calzava a pennello, o viceversa quanti abiti meravigliosi, che avresti pagato qualsiasi cifra, hai abbandonato senza un briciolo di rimorso dopo aver scoperto che erano in grado di evidenziare tutti i tuoi difetti in un colpo solo?

Anche se lui, sulla carta, pardon, sullo schermo del tuo telefono, è proprio perfetto: è bello perché lo hai verificato incrociando i dati di tutte le fotografie, non solo quelle che lui ha scelto, ovvio, ma anche tutte quelle che le tue notevoli doti di stalker online ti hanno permesso di racimolare in rete, anche se ha un umorismo che ti fa proprio ridere ad alta voce mentre state chattando, ricordati che può bastare un dettaglio minimo a farti rimandare indietro il pacco: un odore che non ti piace, un tono di voce che ti infastidisce. E questo, ahimé, è immediato negli incontri di persona, molto meno in quelli online. Anzi, diciamo proprio che questo aspetto è imperscrutabile quando incontri qualcuno in rete.

Hai il massimo dell’offerta. Ma non tutta

Esistono alcuni rari capi vintage che no, non puoi trovare online. Quelli semplicemente li devi andare a stanare nel negozio che solo tu conosci e li trovi solo dopo ore di tentativi andati a vuoto e dopo anni di esperienza che ti hanno affinato l’occhio così che adesso sei in grado di scoprirli in mezzo a una pila di ciarpame.

Ebbene, esistono anche gli uomini vintage. Stanno scomparendo, ma come tutte le specie in via di estinzione sono tra le più interessanti. Sono quegli uomini che o non hanno la capacità di iscriversi a un sito di incontri (leggi non sono in grado di scaricarsi un’app e scegliere una foto del profilo, molto probabilmente perché non hanno mai usato il proprio telefono per farsi un selfie, ammesso che possiedano un telefono in grado di scattare fotografie). O hanno deciso coscientemente di vivere in un luogo non coperto da una rete internet. Sì, lo so che non ci credi, ma esistono anche questi uomini. Sono in via di estinzione, lo abbiamo premesso. Ma questo non li rende meno interessanti, anzi, proprio come certi capi vintage, è esattamente la loro unicità a renderli così preziosi. E quelli, ahimé, non li trovi su Tinder.

LELO_OLGA

A volte semplicemente non ne hai bisogno

Acquistare è così semplice che forse a volte lo fai anche senza averne troppo bisogno. O troppa voglia. Diventa una specie di riflesso condizionato, proprio perché è così comodo e non ti richiede nessuno sforzo.

Magari a volte staresti anche benissimo da sola, e (magari) sarebbe importante farlo. La solitudine, anche sentimentale, anche sessuale, ti permette di riscoprire te stessa, capirti un po’ di più. È una specie di silenzio nel quale sei in grado di ascoltare la tua voce.
Avere Tinder a portata di mano rende queste pause di riflessione sempre più rare e rischia di infilarti in un rutilante susseguirsi di avventure sentimentali che possono allontanarti dai tuoi veri desideri e i tuoi veri bisogni.

Come al solito non esiste una verità riconosciuta, sicuramente l’avvento di Tinder ci ha aperto un mondo di divertimento ed incontri. Ma un po’ come l’alcol (e lo shopping), anche Tinder va dosato consapevolmente!

Chi è Valentina Grandi

Pugliese di nascita, milanese di adozione, Valentina vive al quarto piano senza ascensore. Sarà per questo che ha scelto un lavoro che può fare anche da casa. Ama i negozi vintage, i vecchi cinema e Milano.

Lascia un commento