APP-PER-SESSO

Le 5 migliori app per fare sesso

Conoscono i battiti del nostro cuore, i passi delle nostre giornate, le calorie dei nostri pasti, gli orari dei nostri treni, gli indirizzi del nostro shopping… sono una specie di prolungamento di noi stessi, una memoria esterna nella quale salviamo tutto ciò che abbiamo di caro e importante a questo mondo. Non dovremmo chiamarli smartphone, dovremmo chiamarli geniusphone, come-ho-potuto-vivere-senza-di-tephone.

Eppure, non ci fanno ancora il caffè.

Ma, ci aiutano a fare sesso.

Sì, proprio così, ultimamente gli smartphone si sono fatti ancora più smart e hanno deciso di darci una mano nella difficile arte del rimorchio. Promettendo di metterci in contatto con uno sconosciuto che però è fatto apposta per noi. E come fanno a esserne così sicuri? Perché lo fanno scegliere a noi.

Dopo il sexting ed il dating online, eccoti una lista delle app che ti aiuteranno ad incontrare il partner dei tuoi sogni (erotici).

Tinder

Tinder è in crescita esponenziale. È un’applicazione che si appoggia a Facebook da cui ci fa scegliere 6 foto per creare il nostro “profilo”. A quel punto Tinder ti presenta una rosa di potenziali partner che si trovano nella tua zona: puoi sceglierli con un cuore o rifiutarli con una “x” e, solo se i tuoi prescelti ti hanno a loro volta scelto, vieni messo in contatto.

Da lì in poi il gioco è fatto, o meglio, tutto deve ancora cominciare.

Bang with friends, detto anche Down

Il nome viene dal termine slang americano “bang” che indica un incontro sessuale non propriamente improntato al romanticismo. Il concetto è l’evoluzione di quello dell’ “amico di letto” (più volgarmente detto “trombamico”): l’applicazione ti permette di scegliere tra i tuoi contatti Facebook, quello con il quale vorresti avere una relazione sessuale. Se anche l’altra persona ti ha scelto, voilà, il gioco è fatto e il mare che separa il dire e il fare è attraversato con un solo clic. Viceversa, se il prescelto non ha l’applicazione o non è interessato a te, la tua domanda cade nel vuoto senza che nessuno lo venga mai a sapere.

Quando si dice beata ignoranza.

Snapchat

Un’applicazione fondamentale per il sexting, ovvero la pratica di mandare messaggi e immagini seducenti attraverso lo smartphone: Snapchat ti assicura che il contenuto del tuo messaggio, che sia un testo o una foto, verrà eliminato dieci secondi dopo essere stato fruito.

C’è chi sostiene che se il tuo destinatario possiede un pollice particolarmente veloce (e non ha niente di meglio da fare nella vita che stare in agguato ad aspettare il tuo messaggio compromettente) sia comunque possibile copiare il contentuo con uno screenshot, ma insomma, nella rischiosa pratica del sexting, Snapchat cositutisce un buon airbag e del resto niente, nella vita, è sicuro al 100%.

Peraltro, se stai scambiando messaggi con l’uomo in agguato, Snapchat è in grado di avvisarti, il che costituisce un buon deterrente per il malintenzionato.

E probabilmente anche per te.

Gleeden

È aperto a tutti gli utenti, ma nasce come sito di incontri extraconiugali gratuito per le donne, prima di diventare un’app. Gli utenti comprano un credito iniziale che permette loro di aprire alcune chat: una volta iniziata, una chat rimane gratuita per sempre.

Gleeden è stato accusato di minare la stabilità dei matrimoni, in un’epoca già di per sé non proprio matrimonio-friendly. Accuse dalle quali si difende sostenendo di offrire, al contrario, un’alternativa valida al divorzio, uno spazio in cui le metà insoddisfatte della coppia sposata possono trovare sfogo alle proprie insoddisfazioni.

Ai posteri l’ardua sentenza.

Skout

È un’altra applicazione che permette di entrare in contatto con degli sconosciuti ma ha in più il servizio di geolocalizzazione che indubbiamente semplifica e soprattutto sveltisce le cose. Per il resto, come anche per le altre applicazioni, si può scegliere se aderire con il proprio profilo Facebook o semplicemente con la email, e di base è gratuita pur avendo dei servizi a pagamento.

Molti utenti lamentano il fatto che spesso queste app del sesso vengono utilizzate per cercare, non diremo l’amore, ma comunque qualcosa di più che l’incontro di una notte e che quindi si crei una discrepanza tra le aspettative dei vari utenti, delusi quelli che cercano il flirt, frustrati quelli che cercano il sesso.

Altri segnalano come a volte queste app siano vittime di infiltrazioni da parte di professionisti del settore che, dopo il primo scambio di battute, rimandano alla propria home page con tanto di tariffario.

Indubbiamente vedere le proprie aspettative deluse può essere irritante, ma se anche il nostro incontro sessuale dovesse limitarsi a un semplice scambio di messaggi bollenti, non pensate che sia comunque una valida alternativa a una serata a base di pizza&divano?

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per ricevere ogni settimana

• I nostri consigli per l’amore e il sesso
• Offerte esclusive sui LELO del tuo cuore
• Le storie più eccitanti e sensuali

Inserisci qui sotto il tuo nome e il tuo indirizzo email



Chi è Valentina Grandi

Pugliese di nascita, milanese di adozione, Valentina vive al quarto piano senza ascensore. Sarà per questo che ha scelto un lavoro che può fare anche da casa. Ama i negozi vintage, i vecchi cinema e Milano.

Lascia un commento