Corteggiamento 2.0. Perché è bello innamorarsi nell’era di internet

Esistono fior di studi sociologici che disquisiscono su quanto internet e la sua diretta emanazione, i famigerati social network, influenzino, nel bene ma soprattutto nel male la nostra vita, sentimentale o meno. Ma soprattutto sentimentale.

Ma chi di voi ha un animo romantico, chi di voi ha un passato da timido, chi di voi si trova più a suo agio nel mondo della sua fantasia che in quello della comune realtà, non potrà non apprezzare alcune delle novità introdotte dai cosiddetti social media.

Tinder, o dello shopping online

CONTINUA A LEGGERE

Puoi ‘likare’ i suoi messaggi, ma soprattutto lui può ‘likare’ i tuoi (I like)

Che sia un pollice alto su Facebook, un cuore su Instagram o su Twitter, un super like su Tinder, ogni volta che lui, il tipo che ti piace, quello con cui esci da poco, quello che magari ancora non è successo nulla ma presto succederà o che è successo tutto, ma è davvero poco tempo e ancora non sapete bene cosa sia questa cosa tra voi, ancora, appunto, non avete cambiato il vostro status su Facebook e non avete pubblicato la prima foto insieme su Instagram. Ecco, lui. Ogni volta che lui mette quel cuore alla foto che hai appena pubblicato, alla frase che hai appena confezionato e magari fa un commento che solo tu puoi capire in tutta la sua profondità. Ecco, quelle sono piccole gioie che nell’era pre-internet semplicemente non esistevano. Punto.

Leggi anche: Le app per sesso da usare durante l’amore

Puoi fargli capire i tuoi gusti musicali in mezz’ora (La condivisione)

I cartoni animati con cui sei cresciuta, il video che ti faceva impazzire da ragazzina, il trailer del prossimo film che vuoi andare a vedere…

Un universo, il tuo universo, quello che costituisce il tuo riferimento culturale, musica, film, vecchie pubblicità, citazioni, libri. È tutto lì. A portata di click. Cerchi, copi, incolli, spedisci. 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, 365 giorni all’anno, a volte perfino 366.

E sì, certo, indubbio, era bello cercare il film introvabile, l’LP che non esisteva più, in quel negozio/discarica che solo tu (o l’amico di fiducia dell’amico di fiducia, massimo esperto in vhs d’epoca e dove trovarli) conoscevi. Ma tuttavia, crediamo, sempre meglio potergli spedire la canzone che ti ha fatto pensare a lui, pochi istanti dopo aver pensato a lui.

Leggi anche: Musica d’amare: 5 canzoni (e un pezzo classico) per fare l’amore

Puoi augurargli la buonanotte e il buongiorno anche quando non siete insieme (La comunicazione in tempo reale)

Puoi condividere tutto e lo puoi fare ADESSO.
Lo pensi adesso? Glielo puoi dire adesso.
Lui magari leggerà dopo, lui magari non risponderà alla tua chiamata. Ma l’urgenza del tuo comunicare è soddisfatta. Anzi, è esaltata. Perché quando ti stai innamorando, capita spesso che vi pensiate nello stesso istante.
In tempo reale.

Leggi anche: Messaggi della buonanotte per infilarti tra i suoi sogni

Puoi rileggere la cronologia della vostra chat, ogni volta che vuoi (La potenza dei Giga)

I messaggi dell’era pre-internet? Non pervenuti, se non i famosi bigliettini che ti scambiavi a scuola e che, giocoforza, passavano di moda con l’arrivo della maturità.

Poi sono arrivati gli sms, che costavano e dovevano, dopo un po’, essere cancellati. E se sei un romantico e hai avuto un’adolescenza pre-WhatsApp, ci sono buone probabilità che facessi un’accurata selezione tra gli sms da cancellare immediatamente per non occupare spazio, quelli da tenere per un tot di tempo e quelli da non cancellare mai, nemmeno quando la storia era finita, perché semplicemente erano troppo belli. E c’era anche chi li trascriveva, con carta e penna. Sissignore.

Adesso hai ore di conversazione da leggere, rileggere, rileggere… Esibire come prova, ove necessario.

Leggi anche: Il sexting, ovvero un po’ di dritte per scrivere sms piccanti

Puoi perderti per ore nel suo profilo (La prima impressione rimane quella che conta)

Tutti a dire quanto si stava meglio quando si stava peggio, quando i gusti e le tendenze e il ‘background’ si capivano col tempo, parlando, guardandosi negli occhi…
Vero, per carità. Ma quanto è bello perdersi nel suo profilo Facebook, spiare il suo account Instagram, leggerlo su Twitter e ricostruire le sue abitudini, i gusti, capire che posti frequenta e che musica ascolta? Cosa ama e cosa odia? E sei sempre in tempo per conoscere lui, il vero lui. Per apprezzare o meno il suo modo di fare, i suoi gesti, il modo in cui sorride. Il suo odore, la sua dialettica.

Ma, per dire, se è un fan della pagina ‘Calippo al tonno’, meglio saperlo prima.

Leggi anche: Disavventure sessuali e come affrontarle

Un mondo di regali (Lo shopping online)

Dall’edizione limitata del paio di scarpe preferite, alla canzone da aggiungere alla playlist, dai biglietti per il primo viaggio insieme al suo cibo preferito, che però è uno snack a base di emù e lo fanno in Australia. Internet è un pozzo senza fondo di regali in cui puoi pescare quello che la tua fantasia e i gusti del tuo amato ti suggeriscono. Puoi essere ricercata quanto vuoi, senza necessariamente spendere una fortuna e, ancora una volta, puoi farlo in tempo reale.

Inoltrargli l’email che hai appena ricevuto con i biglietti per il prossimo concerto del suo dj preferito? Non ha prezzo, diceva una vecchia pubblicità.

SCOPRI I BEST SELLER LELO