Cosa fare se lui ti sgama il vibratore

Ci sono relazioni belle, relazioni mature, relazioni consolidate in cui i due (o più) membri della coppia (allargata) condividono tutto, sex toy compresi. E ci sono poi relazioni non necessariamente meno belle e mature e, a volte, persino non meno consolidate in cui uno o entrambi i partner preferiscono mantenere un discreto riserbo su alcune abitudini, come quella appunto di possedere un oggetto erotico e no, non per tenerlo come soprammobile.

Se appartieni a questa seconda categoria potrebbe succedere che ti basti sorseggiare un bicchiere di troppo o aprire il cassetto sbagliato per rivelare anche a lui l’esistenza del tuo vibratore. E, quando questo accade, la domanda che inizia a girarti in testa più vorticosamente di un fidget spinner è: cosa fare? Negare, negare sempre, negare soprattutto di fronte all’evidenza o affrontare la questione da quelle persone mature che siete?

Siccome riceviamo tonnellate di email di fan, amici e parenti che ci raccontano i più inconfessabili e imbarazzanti momenti delle loro vite intime, abbiamo raccolto una casistica abbastanza ampia che ci ha permesso di racchiudere in quattro tipologie la reazione tipo di lui quando scopre l’esistenza di ‘lui’. Te le elenchiamo qui, con la speranza che ti aiutino a scegliere il modo migliore di gestire la situazione.

E siccome ci sentiamo magnanimi, ti diciamo anche quale oggetto è il miglior alleato della vostra coppia. 🙂

SE LUI È: COMPLICE

Significa che: il tuo uomo è un tipo estremamente cool e indipendente e capisce perfettamente che, anche se state vivendo una relazione, potete tranquillamente avere delle esistenze separate senza il bisogno costante di tenere sotto controllo quello che fa l’altro/a. Comprensivo e sicuro, sa benissimo che sei una donna adulta, in grado di fare da sola le tue scelte, anche se non sempre lo coinvolgono.

Cosa dovresti fare tu: ma presentacelo! Ci sta già molto simpatico. Non tutte le donne sono altrettanto fortunate, quindi non farti sfuggire quest’occasione per ricompensare la sua larghezza di vedute e la sua maturità (ehm, su come ricompensarlo, lasciamo a te la scelta…).

L’oggetto per voi: il vibratore da dito IPO 2. Piccolo, discreto, si inserisce nei vostri giochi con leggerezza. Poi, quando si sarà abituato all’idea, potete passare a qualcosa di più consistente

SE LUI È: ECCITATO

Significa che: il tuo lui è una forza della natura, sicuro di se stesso e amante dell’avventura. È curioso di provare le novità, tipo le più ardite posizioni del Kamasutra, i giochi erotici più spinti e persino il tuo vibratore. E anche se a volte il suo entusiasmo può essere un tantino eccessivo, tuttavia le sue intenzioni sono buone e non vanno scoraggiate.

Cosa dovresti fare tu: condividi le good vibes con lui. Una ragazza come te sa sicuramente che un piacere condiviso è un piacere raddoppiato.

L’oggetto per voi: TIANI 3. Lo indossi tu, ma stimola anche lui. Piacere raddoppiato.

SE LUI È: INTIMIDITO

Significa che: il tuo compagno è indubbiamente una piacevolissima persona, ma ha qualche piccolo problema di autostima e confusione, problemi assolutamente normalissimi. Se è sessualmente meno esperto o meno disinibito di te o se il tuo vibratore è più grande e (quasi inevitabilmente) può durare più a lungo di lui, potrebbe sentirsi inadeguato o surclassato, spetta a te fargli capire che non è assolutamete così.

Cosa dovresti fare tu: ricordagli che nessun vibratore può sostituire un uomo (o una donna, se per questo) in carne ed ossa. Fagli notare che lo usi per masturbarti quando lui non c’è, esattamente come fa lui, anche se lui lo fa a mano libera. Non potrà negarlo. Se proprio proprio, fagli notare che il 50% delle persone hanno fatto uso o usano (almeno un) vibratore. Dovrebbe bastare.

L’oggetto per voi: il vibratore bullet HONI 2. È l’oggetto ideale, con le sue dimensioni minute e il fatto che lo puoi indossare sottraendolo alla vista di entrambi, per introdurre alcuni pro delle vibrazioni aggiunte senza nulla togliere alla sua (in)sicurezza.

SE LUI È: ARRABBIATO/GELOSO

Significa che: ci spiace dirtelo, ma il tuo ragazzo (speriamo che sia ancora un ragazzo e non un uomo adulto) ci sembra decisamente un insicuro. Per quanto amiamo i nostri vibratori sopra ogni cosa, sono pur sempre oggetti inanimati e il fatto che lui si arrabbi di fronte alla ‘concorrenza’ di un pezzo di silicone, per quanto incredibilmente morbido, straordinariamente elegante e magnificamente potente possa essere, la dice lunga sul livello della sua autostima.

Qualsiasi problema si può affrontare e cercare di risolvere insieme, ma ricorda che il problema è il suo, non tuo e non c’è nessuna rgione per cui tu debba smettere di divertirti con i tuoi amati toy.

Cosa dovresti fare tu: scegli la strada dell’onestà e cerca di fargli capire che la masturbazione non è un piacere al quale si voglia o si debba rinunciare quando ci si ritrova in coppia. Ma la cosa migliore che puoi fare è mostrargli come usi il tuo toy preferito, per dimostrargli che non c’è niente da temere. L’ideale sarebbe dischiudere le magie della stimolazione vibrante anche a lui, magari scegliendo un sex toy per la coppia.

Se poi proprio non molla, puoi prendere seriamente in considerazione l’idea di mollare lui.

L’oggetto per voi: l’anello per il pene LIFEGUARD di Picobong. Ha un aspetto assolutamente innocente ed è il classico oggetto che gratifica entrambi: dà a lui più resistenza e potenza (e sensazioni, grazie all’extra stimolazione delle vibrazioni), mentre va ad accarezzare il tuo clitoride. Piacerà anche a lui!

Chi è Valentina Grandi

Pugliese di nascita, milanese di adozione, Valentina vive al quarto piano senza ascensore. Sarà per questo che ha scelto un lavoro che può fare anche da casa. Ama i negozi vintage, i vecchi cinema e Milano.

Lascia un commento