Sesso, gli errori che facciamo tutti, almeno una volta

Last updated:

Non esiste un modo giusto e un modo sbagliato di fare l’amore, ma questi piccoli errori che ci rovinano un po’ il momento magico li abbiamo fatti tutti, almeno una volta. E invece basta conoscerli per evitarli facilmente.

Facciamo l’elenco dei  nostri difetti

Tutti noi usiamo una lente di ingrandimento speciale quando si tratta dei nostri difetti fisici, anzi un microscopio che ci permette di ingrandirli migliaia di volte. Ed è più che umano anticiparli al partner, nel tentativo di evitare quel momento così doloroso in cui lui/lei, magari, ce li farà notare.

Ma l’unico effetto che queste confessioni hanno è di rivelare la nostra insicurezza: se l’altro è finito sotto le lenzuola insieme a noi, significa che ci trova attraenti. Punto.

Sottovalutiamo il valore della comunicazione verbale

Se il sesso è il regno dei sensi, è pur sempre vero che l’app che ci permette di leggere la mente dell’altro non è ancora stata sviluppata. Se c’è qualcosa che non ci piace e non vorremmo, o qualcosa che ci piace e ne vorremmo di più, dovremmo provare a spiegarlo, sì, anche a parole. Proviamoci, può essere molto sexy!

Abbiamo paura di prendere il controllo

Per pigrizia, per timidezza, capita che ci abbandoniamo all’altro e, se non siamo soddisfatti di come stanno andando le cose, dentro di noi ne diamo a lui/lei la colpa. Non c’è niente di male a prendere in mano la situazione. Lo sappiamo, siamo ripetitivi, ma anche questo può essere molto sexy.

Non ci sentiamo responsabili del nostro orgasmo

Pensiamo che il partner abbia la possibilità di darci o meno il massimo piacere, ma per quanto l’altro ci possa conoscere e stimolare, la verità è che il nostro orgasmo nasce dentro di noi, non fuori.

Ci ammutoliamo

No, non devi trasformarti in una star dei film porno per suggerire al partner il tuo indice di gradimento ma, in alcune situazioni, il silenzio più totale può essere destabilizzante. Dare voce, letteralmente, al nostro piacere ci permette di comunicare le nostre emozioni e le nostre sensazioni. Ed è uno degli afrodisiaci più eccitanti.

Ci perdiamo dentro la nostra testa

Chi non si è mai ritrovato sul più bello a pensare a tutt’altro. È normale, succede a tutti, ma questo non ci giustifica a perseverare nel nostro errore. Proviamo invece a reindirizzare la nostra mente iperattiva verso pensieri più consoni al momento in cui ci troviamo. Concentriamola sulle sensazioni che stiamo provando, sulle nostre prossime mosse, non su quello che vogliamo ordinare per cena. Saremo tutti più felici.

Non stacchiamo il telefono

No, scegliere la modalità silenziosa non basta, perché quella piccola vibrazione, o anche semplicemente la luce dello schermo, sono in grado di distrarci da tutto quello che stiamo facendo (sì, anche quando quello che stiamo facendo è il sesso) come niente altro. Quindi, se proprio non possiamo lasciarlo in un’altra stanza, il telefono deve essere almeno neutralizzato con varie tattiche e accorgimenti, la migliore delle quali rimane sempre e comunque spegnerlo. Eliminare le notifiche è il minimo accettabile, metterlo in modalità aereo sarebbe auspicabile.

Non usiamo il lubrificante

Per qualche motivo la maggior parte di noi è convinta che il lubrificante debba supplire a qualche carenza. La verità è che il lubrificante è come il piacere, non ce n’è mai troppo.

Prendiamo le cose troppo sul serio

Chi l’ha detto che durante il sesso non possiamo ridere? Ridere è sexy, ridere alleggerisce la situazione più tesa, ci permette di ricominciare daccapo quando qualcosa non è andato come doveva senza spezzare il momento. Dobbiamo imparare tutti a ridere di più durante il sesso.

Pensiamo che l’orgasmo sia tutto

L’orgasmo è una piacevolissima conseguenza del piacere e, a volte, non sempre e non per tutti, una bellissima conclusione dell’incontro amoroso. Un po’ come il dessert è la piacevole conclusione di un pasto. Possiamo aspettarlo per tutto il pasto, soprattutto quando siamo molto giovani, ma non vorremo davvero perderci tutto quello che le altre portate ci possono offrire. O no?