LELO_VOLONTE_4 posizioni yoga perfette per il sesso

4 posizioni yoga perfette per il sesso

Sei un’appassionata di yoga e non rinunceresti alle tue ore di pratica settimanale per nessuna ragione al mondo? E, una volta che hai raggiunto una posa particolarmente suggestiva, invece di contare i respiri, ti sorprendi a fantasticare su quello che potresti fare se ci fosse anche lui?

Tranquilla, non sei malata di sesso. È che lo yoga, con il benessere che ci procura, con tutto quel susseguirsi di inspirazioni e espirazioni, con gli abiti succinti che in genere indossiamo e il sudore che ce li appiccica addosso, è una disciplina ben sensuale.

E alcune posizioni, oltre ad allungare e rinforzare i tuoi muscoli, si prestano a procurarti un benessere… ben più immediato!

Supta Virasana – La posizione dell’eroe disteso

Kapotasana

La posizione

Mettiti in ginocchio, allarga i polpacci verso l’esterno mantenendo le ginocchia unite e, sostenendoti con le braccia, lasciati scivolare fino a toccare il pavimento con le spalle. Porta le braccia oltre la testa. Questa posizione è semplicissima per alcune persone, impossibile per altre; prevede che tu abbia ginocchia in ottime condizioni e una grande flessibilità. Puoi renderla più semplice usando un apposito blocchetto all’altezza dei fianchi o allungandoti su un sostegno più alto del pavimento, come un materassino o delle coperte ripiegate.

Benefici

Aiuta ad allungare i muscoli estensori delle gambe e ad aprire la parte frontale del corpo. Come tutte le posizioni che espandono il petto, ha anche l’effetto di promuovere un atteggiamento di apertura verso l’esterno, a differenza della chiusura/difesa che trasmettiamo quando curviamo le spalle in avanti.

La versione hot

Poiché, teoricamente, dovresti tenere le ginocchia strette l’una contro l’altra, sei pronta a una stimolazione molto intensa. Il partner ti può raggiungere in mille modi, con la bocca, con le mani, con un vibratore rabbit.

Ma puoi provare a metterti in questa posizione anche durante l’amore: lui si siede sul letto, con le gambe distese, tu sali sopra di lui e, una volta che siete uniti, ti lasci andare all’indietro fino ad abbandonarti sulle sue gambe.

Non solo ricevi una stimolazione molto intensa, ma offri a lui una visione decisamente eccitante del tuo corpo. E, in questa posizione, lui può stimolarti ulteriormente il clitoride, anche durante il rapporto.

Karandavasana – la posizione dell’oca dell’Himalaya

Karandavasana

La posizione

Mettiti nella posizione del loto, con le gambe intrecciate in modo che il piede destro si trovi sopra la coscia sinistra e viceversa (se non ci riesci, mettiti nel mezzo loto, con una gamba appoggiata sull’altra e una per terra). Aiutati con le mani a spingerti in avanti in modo da sostenerti sulle ginocchia. A questo punto la posizione vera e propria prevede che tu riesca a portare le gambe, così intrecciate, ad appoggiarsi sulle braccia, restando sospesa da terra. In realtà, per i nostri scopi, non è necessario.

Benefici

Nella posa definitiva gli organi interni sono compressi tra di loro, con l’effetto di stimolare il loro funzionamento. La posa intermedia aiuta a mantenere la flessibilità di caviglie e ginocchia.

La versione hot

Quando sei in questa posizione hai i fianchi particolarmente aperti. Se lui si mette in ginocchio dietro di te, il suo pene può raggiungere alcune tra le tue zone più erogene (come il punto G). Il fatto che tu non sia stabilmente ancorata sulle gambe (come nella pecorina, ad esempio) ti conferisce la possibilità di dondolare avanti e indietro seguendo il ritmo del rapporto, soprattutto se lui ti aiuta, tenendoti per i fianchi.

Karnapidasana – la posizione che preme le orecchie

Karnapidasana

La posizione

Sdraiati a terra sul dorso. Solleva le gambe in modo da creare un angolo di 90° con il pavimento; contraendo gli addominali e aiutandoti con le mani che premono sul pavimento, spingi le gambe dietro la testa, fino a toccare con i piedi per terra. Porta le mani a sostenerti i fianchi: a questo punto il tuo busto dovrebbe essere perpendicolare al pavimento. Allunga le braccia e intreccia le dita tra di loro, questo ti permette di abbassare le spalle in modo che tocchino il pavimento. Allarga le gambe e piega le ginocchia portandole ai lati della orecchie. Premi le orecchie con le ginocchia.

Se non sei particolarmente flessibile, tieni le mani sui fianchi per aiutarti a mantenere l’equilibrio. O abbraccia le gambe, per portarle verso il basso.

Benefici

Aumenta la flessibilità della colonna vertebrale e la rinforza, massaggia dolcemente tutti gli organi interni, cura insonnia e mal di testa. Da evitare se sei incinta o se hai problemi al collo. E se sei nei giorni del ciclo.

La versione hot

Ok, non è una posizione che può essere mantenuta a lungo. Ma immagina che mentre tu sei in Karnapidasana lui si metta dietro di te, appoggi le mani sulle tue gambe (in modo da aiutarti a sostenerti) e si dedichi a stimolarti, con la bocca o con un vibratore. È una posizione che si presta perfettamente al sesso orale e alla stimolazione anale. Ed è perfetta per l’anilingus.

LELO_MIA

E, quando non ce la fai più, puoi sempre passare a una più tradizionale, più sostenibile pecorina.

Prasarita Padottanasana

Prasarita Padhottanasana

La posizione

In piedi, con le gambe divaricate, abbassa il busto in avanti, cercando di mantenere gambe e schiena il più dritte possibili, in base alla tua flessibilità. Prasarita Padottanasana prevede 4 varianti: A con le mani appoggiate al pavimento, B con le mani sui fianchi, C, con le braccia distese dietro la schiena, le mani unite tra di loro e le dita intrecciate, D, con le dita delle mani che vanno ad agganciare gli alluci dei piedi.

I benefici

Aumenta flessibilità e resistenza della colonna vertebrale. Rinforza cosce e ginocchia. Ha un effetto calmante e digestivo.

La versione hot

Indipendentemente dalla posizione delle braccia e da quanto riesci a curvarti in avanti, il partner avrà un facile accesso a tutte le tue zone erogene e potrà scegliere di stimolarti in mille modi.

Non sei molto flessibile? Niente paura: posiziona una sedia davanti a te sulla quale appoggiarti. Lui può anche legarti le braccia alla sedia per rendere il tutto ancora più eccitante.

Viceversa, ti piace dominare e lui ama la stimolazione anale? Scambiatevi i ruoli e vi ritrovate nella posizione perfetta per provare un eccitante anilingus, per usare un massaggiatore prostatico o per osare il pegging.

Vuoi rendere la fantasia ancora più estrema? Munisciti di un frustino per accarezzare la sua schiena.

E alla prossima lezione di yoga verrà anche lui.

Chi è Valentina Grandi

Pugliese di nascita, milanese di adozione, Valentina vive al quarto piano senza ascensore. Sarà per questo che ha scelto un lavoro che può fare anche da casa. Ama i negozi vintage, i vecchi cinema e Milano.

Lascia un commento