La durata ideale dei rapporti sessuali

Abbiamo tutti gusti diversi e diversi modi di eccitarci e di soddisfarci sessualmente, quindi l’argomento della durata ideale del rapporto rimane piuttosto soggettivo.

Tuttavia, anche se è lontano da noi voler suggerire l’idea che i tuoi prossimi incontri amorosi debbano essere scanditi da un conto alla rovescia, rimane il fatto che affinché, in un rapporto eterosessuale, l’uomo e la donna possano raggiungere la stessa soddisfazione bisogna prendersi un po’ di tempo.

Anche se probabilmente meno di quanto si pensava in passato.

I fatti

Nel 2005, il medico americano Irwin Goldstein ha condotto un sondaggio su un campione di 1500 coppie eterosessuali per determinare la durata media delle loro sessioni amorose. Il risultato? 7.3 minuti, che sono sicuramente molti meno di quello che certi film e certe pagine di letteratura ci hanno portati a credere.

Poi, tre anni più tardi, il dott. Eric Corty, sempre americano, ha pubblicato i risultati di uno studio condotto su 50 coppie eterosessuali per determinare la lunghezza ideale del rapporto, dove con rapporto si intende il periodo di tempo che intercorre tra l’unione dei due partner e l’eiaculazione, una visione un tantino maschilista se ci pensi, ma questo è stato il criterio prescelto.

Ed ecco i risultati che ha ottenuto:

  • Tra 1 e 2 minuti: come è facile indovinare, le coppie hanno giudicato questa durata “troppo breve”
  • Tra 3 e 7 minuti: viene giudicata una lunghezza ‘soddisfacente’
  • Tra 7 e 13 minuti: è stata indicata come la durata ideale
  • Tra 10 e 30 minuti: troppo lunga (!)

I preliminari

Ci vogliono circa dai 3 ai 5 minuti agli uomini per raggiungere l’orgasmo, mentre per le donne decisamente di più, quindi se il vostro obiettivo è quello di godere contemporaneamente, l’uomo deve trattenersi un po’.

Oppure focalizzarsi sulle zone erogene femminili e il sesso orale durante i preliminari, visto che molti studi suggeriscono che la donna impiega dai 10 ai 30 minuti per eccitarsi.

O, infine, indossare un sex toy che aiuta la stimolazione del clitoride e che può quindi contribuire all’eccitazione femminile.

Una botta… di conti

Adesso che ti abbiamo intrattenuto con il tipo di matematica che ti avrebbe appassionato a scuola, è ora di fare un paio di calcoli.

Dai 10 ai 30 minuti di preliminari più dai 7 ai 13 minuti per il rapporto fa una durata ideale per l’intera sessione che varia dai 17 ai 43 minuti, a seconda della predisposizione di entrambi i partner.

Dopo tutto questo sommare e dividere possiamo quindi affermare con cognizione di causa che le sessioni amorose che durano tutta la notte sono invenzione di scrittori e registi. E che la durata ideale del rapporto amoroso coincide semplicemente con quella del desiderio.

Quindi, che siano 15 minuti di fama o semplicemente 3, arriva per tutti il momento di brillare.

E tu?

Quanto durerà il tuo prossimo incontro?