Home / LE NEWS DI LELO / I prodotti LELO / Il parere dell’inesperta: la prima volta che ho usato LILY 2

Il parere dell’inesperta: la prima volta che ho usato LILY 2

Abbiamo chiesto a una nostra lettrice di inviarci il resoconto della sua ‘prima volta’ con LILY™ 2. Ecco una trascrizione fedele, con l’aggiunta di qualche nota, dell’email che ci ha inviato.

Lo scrivo subito perché l’ho usato ieri sera e il ricordo è fresco fresco.

LILY 2 è un oggetto molto piccolo, tipo molto più piccolo della tua mano e il primo pensiero che ti viene è che sarà in grado di fare veramente poco per te.

LELO_MASSAGGIATORE_LILY

Spoiler alert: ho cominciato a usarlo senza lubrificante, poi, tipo a metà, mi sono ricordata che avevo letto in più punti che il lubrificante era fortemente raccomandato. Ho usato dell’olio di cocco, che è l’unica cosa che avevo e che so che non è dannoso per le parti intime, anzi, al contrario, c’è chi dice che faccia addirittura bene, e l’effetto è cambiato notevolmente. Non so se sia il migliore tipo di lubrificante da usare con i sex toy in silicone (N.d.E.: no, non lo è, leggi qui per scoprire come scegliere il lubrificante migliore in base alle tue esigenze e ai toy che usi).

Quindi, ricominciamo da capo: ho acceso LILY 2 e me lo sono appoggiato sulla parte alta della vagina (N.d.E.: vulva), dove c’è il clitoride. Siccome ha una forma un po’ a punta è abbastanza difficile da usare proprio SUL clitoride, la sensazione è molto punta su punta.

Quindi all’inizio me lo sono semplicemente appoggiato addosso mentre facevo altre cose (guardavo il telefono). Premetto che non ero assolutamente nel mood: insomma, non è che ho usato LILY 2 perché mi sentivo particolarmente eccitata. Sapevo che dovevo scrivere questa recensione e vabbé, sì, ero un po’ curiosa di provarlo, ma sono partita da zero, a livello di eccitazione.

Quindi all’inizio niente, hai semplicemente questa robina che vibra contro il tuo corpo, mentre tu controlli le email,  facebook o quel che è quello che fai tu prima di andare a dormire. Piacevole, ma niente di più.

Poi ho messo da parte il telefono e mi sono concentrata su quello che stavo facendo. Ovvero ho iniziato a muovere LILY 2 con la mano, invece che lasciarlo semplicemente vibrare, sempre restando più o meno nella parte alta della vagina (N.d.E.: vulva). Era piacevole, ma siccome non ero ancora eccitata, il movimento non risultava molto fluido. È stato a questo punto che ho deciso di aggiungere il lubrificante e in effetti le cose sono cambiate immediatamente. Perché puoi spostare LILY 2 molto più facilmente in lungo e in largo e soprattutto perché non hai quella sensazione di incagliamento che puoi avere senza il lubrificante, che è al limite del fastidioso.

LELO_IDRATANTE_PERSONALE

I comandi sono ‘a prova di idiota’, come direbbe un mio amico, nel senso che sono due, uno per andare più veloce e uno per andare più lento. Mi è capitato di sbagliare, tipo un paio di volte l’ho spento per sbaglio, ma alla terza già non sbagli più. E comunque non è una tragedia.

Fondamentalmente quello che ho fatto è stato continuare a muoverlo seguendo un po’ il mio piacere. All’inizio fai giri piuttosto larghi, esplori un po’ tutta la zona, anche la parte bassa, vicino all’apertura. Poi, piano piano, inizi a restringere l’area perché ci sono delle zone che ti danno più piacere di altre e ovviamente tu nel frattempo stai costruendo il tuo orgasmo. Una cosa che devo dire è che, anche se LILY 2 è così piccolo, vibra con molta forza. Però questa vibrazione non si trasmette molto alla punta, che è la parte che, per me, era più piacevole da spostare. Immagino che dipenda dal fatto che c’è meno superficie vibrante e quindi le vibrazioni si propagano di meno.

LELO_MIA

Questa forma appuntita ti dà estremo controllo, nel senso che puoi metterlo esattamente dove vuoi e  spostarlo immediatamente se, per esempio, è troppo forte. E puoi far arrivare le vibrazioni sul clitoride indirettamente, che è una cosa molto bella, secondo me.

Comunque, a un certo punto ho sentito che mi stavo avvicinando e poco dopo sono venuta. Ripeto, il trucco è che riesci a ottenere esattamente quello che vuoi, molto più che con le sole dita, perché è come se LILY 2 facesse tutta la fatica per te.

Però è un oggetto che è così piccolo che assolutamente non è invasivo e quando lo usi non è molto diverso da quando usi semplicemente le dita. Voglio dire l’idea è più o meno quella, non ti sembra che stai usando un vibratore, anche perché LILY 2 tutto sembra tranne che un vibratore.

Adesso sono curiosa di provarlo insieme al mio ragazzo, perché se è vero che le vibrazioni non si sentono molto nella punta, si sentono invece moltissimo nel resto dell’oggetto. Quindi immagino che possa essere piacevole appoggiarlo con la parte concava sul clitoride mentre fai l’amore.

La cosa che mi è piaciuta di più

Sicuramente l’orgasmo che ho provato, ma non solo. Mi è piaciuto il fatto che non ci ho messo 6 ore a venire (che è una cosa che mi capita spesso) ma nemmeno un minuto (che è una cosa che mi capita decisamente di meno, ma è altrettanto poco divertente). Ho avuto tutto il tempo di godermi l’intero processo, la passeggiata, e quando sono arrivata in cima, non ero esausta e mi sono potuta vivere il momento.

Mi sono fermata per un attimo, poi ho cominciato a usare LILY 2 di nuovo e sono venuta ancora, questa volta molto più in fretta. A quel punto ero piacevolmente esausta e mi sono addormentata in tipo 5 secondi.

La cosa che mi è piaciuta di meno

Difficile da dire, considerando che ho avuto due orgasmi nel giro di, diciamo, 20 minuti (anche se in realtà non mi sono cronometrata).

Sicuramente se sei una persona che ama i vibratori classici la forma di LILY 2 e il modo in cui si usa può essere spiazzante. E all’inizio, quando non avevo aggiunto il lubrificante, non che non fosse piacevole, ma l’idea era che ci sarebbe voluto un secolo prima di vedere dei risultati.
Il lubrificante davvero ha cambiato tutto.

Chi è Valentina Grandi

Pugliese di nascita, milanese di adozione, Valentina vive al quarto piano senza ascensore. Sarà per questo che ha scelto un lavoro che può fare anche da casa. Ama i negozi vintage, i vecchi cinema e Milano.

Lascia un commento