LELO_VOLONTE_Masturbazione reciproca

Perché dovresti provare a masturbarti di fronte al partner (o dei pregi della masturbazione reciproca)

Sei in cerca di un nuovo gioco per ravvivare gli incontri col partner? L’autoerotismo è la tua passione?

Che ne dici di provare a masturbarti davanti al partner?

Hai letto bene. Prova a condividere quella preziosissima parte del tuo tempo che normalmente passeresti in compagnia di una storia erotica, di un vibratore, o di tutti e due, insieme al partner.

In che senso scusa?

Quello che intendiamo qui come ‘masturbazione reciproca’, non è tanto quando tu accarezzi lui (o lei) e lui (o lei) accarezza te, ma piuttosto quando ti accarezzi di fronte al tuo partner, e lui (o lei) fa altrettanto. Anche se in realtà esiste anche l’opzione in cui uno dei due si accarezza e l’altro sta a guardare, ma ne parleremo più avanti.

Può darsi che l’idea ti intimidisca, visto che la maggior parte di noi considera l’autoerotismo come uno dei momenti più privati in assoluto. A molti di noi è stato insegnato che la masturbazione è una pratica sporca, un po’ perversa o, nel migliore dei casi, privata, appunto, quindi l’idea di farlo di fronte a qualcuno può risultare particolarmente piccante (ma che blog di LELO saremmo se non ti suggerissimo di fare qualcosa di un po’ fuori dagli schemi?).

Perché masturbarsi davanti al partner quando potremmo invece fare sesso?

È la domanda in assoluto che più riceviamo. E siccome, a quanto pare, una semplice risposta del tipo ‘perché è super eccitante!’ non è sufficiente, abbiamo deciso di stilare un elenco di tutti i vantaggi della masturbazione reciproca.

1. È un preliminare perfetto. Ma va benissimo anche nel post e nel durante. È come il sesso orale: vi mantiene in argomento mentre varia la situazione e la stimolazione. Cosa vuoi di più dalla vita?

2. Ti permette di esplorare parti di te che probabilmente non conosci: come il tuo lato esibizionista (che magari non sai di avere) e di mettere in scena un piccolo gioco di ruolo, a rischio zero. Soprattutto se sei un uomo, potresti pensare che la tua compagna consideri i tuoi momenti in solitaria come uno sfogo necessario della natura ma non eccessivamente sexy. In realtà niente è più eccitante che vedere i segni dell’eccitazione nel partner: dal respiro che si fa più pesante, ai capezzoli che si inturgidiscono, al sesso che cambia aspetto. Per non parlare di quelle smorfie sexy che tutti noi facciamo quando siamo super presi e non ce ne accorgiamo. Quindi vai tranquillo/a, l’altra/o apprezza eccome.

3. Ha un valore didattico: il modo migliore di insegnare è attraverso l’esempio. Nessuna conferenza sull’orgasmo sarà in grado di mostrare al tuo compagno come provi piacere quanto cinque minuti ben spesi con il tuo vibratore.

4. È un modo di conoscersi che va al di là dell’imparare il piacere dell’altro. Se la masturbazione fa parte della tua sfera sessuale, è bello che il tuo partner la conosca, ma soprattutto che tu impari a essere disinvolta se, per esempio, andate a vivere insieme e una sera lui ha voglia di dormire e tu invece hai voglia di giocare con il tuo SONA 2.

5. È super eccitante. Lo abbiamo già detto? Tipo, immagina le possibilità di immobilizzare il tuo partner con un paio di manette e mettere su un piccolo show privato solo per i suoi occhi. Poi sta a te decidere se liberarlo o meno.

Come introdurre questo nuovo gioco erotico in camera da letto?

Un metodo molto semplice che fa piacere al partner e a noi è quello di mandargli/le questo articolo e dargli/le il tempo per fantasticarci un po’ sopra.

Se invece preferisci un approccio più diretto, puoi provare a cominciare tu il gioco. Inizia ad accarezzare il partner e quando sei sicura che la situazione sia ben avviata, proponigli di proseguire da solo. Se invece la tua passione è il dirty talk, puoi descrivere all’altro l’ultima tua sessione in solitaria, facendo seguire l’azione alle parole.

Dovrò dire addio all’autoerotismo ‘puro’?

Nient’affatto. Cominciare a masturbarsi insieme o davanti al partner non vuol dire farlo sempre. I tuoi momenti da sola possono essere (quasi) altrettanto eccitanti e indubbiamente hanno mille vantaggi, per cui non c’è nessun motivo per cui tu debba dire addio alla tua privacy.

Ci saranno giorni in cui avrai voglia di cibi piccanti e momenti hot, e altri in cui ti sentirai più zen e preferirai la libertà totale della tua camera in solitaria. La masturbazione reciproca è un gioco in più per la coppia, non un gioco in meno per te!

Chi è Valentina Grandi

Pugliese di nascita, milanese di adozione, Valentina vive al quarto piano senza ascensore. Sarà per questo che ha scelto un lavoro che può fare anche da casa. Ama i negozi vintage, i vecchi cinema e Milano.

Lascia un commento