Sesso orale: ecco come renderlo super hot

Sui gusti non si discute e, come tutti sanno, non è bello (né, soprattutto, buono) ciò che è bello, ma è bello ciò che piace.

E questo è particolarmente vero per una sfera della personalità umana così legata alle sensazioni e alle emozioni come il sesso.
E, nel sesso, è ancora più vero per il sesso orale che molti considerano la pratica più piacevole in assoluto, mentre per altri è un tabù insuperabile, molti amano riceverlo e odiano praticarlo e molti (molti!) amano praticarlo ma non sopportano riceverlo.

Quindi magari le dritte che ti diamo qua sotto non ti piaceranno, o te ne piaceranno solo alcune, ma una cosa è certa: vale la pena provarle tutte prima di scartarle perché sono davvero hot!

Piccola premessa

Quando si tratta di sesso orale tendiamo tutti ad avere standard di sicurezza decisamente più bassi visto che non esiste il rischio di gravidanze indesiderate. Ma il sesso orale può trasmettere malattie come qualsiasi altro tipo di scambio sessuale e, in alcuni casi, persino di più: il sempre crescente numero di tumori orofaringei sarebbe, secondo i più recenti studi, da associare alla trasmissione del papilloma virus attraverso il sesso orale. Per questo è fondamentale proteggersi, soprattutto quando ci troviamo con partner occasionali: con un preservativo, quando a ricevere il sesso orale è un uomo, o con un dental dam (o un preservativo tagliato lungo il senso della lunghezza) se a riceverlo è una donna.

E adesso che abbiamo assolto al dovere, andiamo dritti al piacere!

Prova con un cuscino (sì, hai letto bene, un cuscino)

Anzi, più propriamente un guanciale. Perché spesso anche un piccolo dettaglio può fare la differenza.

Lei: la maggior parte delle donne ha, in media, tempi più lunghi dell’uomo per raggiungere l’orgasmo. E anche per le donne che apprezzanno il cunnilingus, ci può comunque volere un po’. È per questo che è importante che entrambi i partner siano nella posizione più comoda possibile. Quando le infili un cuscino sotto il bacino, non solo lei ti offre le sue zone più calde nella maniera più diretta, ma anche tu sei più comod@ e puoi andare avanti più a lungo.

Lui: sdraiati a pancia in su, infila un cuscino sotto la tua testa e chiedigli di portarti tutto, ehm, l’occorrente a portata di bocca, in modo che lui sia a cavalcioni sopra di te, all’altezza del tuo viso. Ancora una volta, tu sei comod@ e lui ha la sensazione di dominarti, può muoversi per aiutarti a raggiungere il ritmo che preferisce e ha una visione decisamente chiara di tutto quello che sta accadendo. Il che lo eccita quasi quanto quello che gli stai facendo.

Prova con le mani

Anche se si chiama ‘sesso orale’, questo non significa che le mani debbano essere fuori dal gioco.

Lei: mentre le accarezzi il clitoride con la lingua, introduci due dita dentro la vagina tenendo il palmo della mano rivolto verso l’alto.  Poi ripiegale verso di te, come se facessi il gesto di dire ‘vieni qui’. In questo modo andrai a massaggiare la zona erogena del punto G mentre le stimoli il clitoride con la lingua. Quasi come un vibratore rabbit!

Lui: ci sono mille modi di usare le mani su di lui mentre ti dedichi al suo pene con la bocca. Il primo è quello di accarezzargli l’asta del pene, seguendo e in un certo senso anticipando la bocca. Ti permette di durare più a lungo e di stimolarlo più intensamente. E ricordati il lubrificante, per rendere la tua presa più sensualmente scivolosa.

Un’altra tecnica che lui potrebbe apprezzare molto è quella di stimolare i suoi testicoli, soprattutto nel momento in cui si avvicina al punto di non ritorno: prova a tirarli (delicatamente!) verso il basso e otterrai l’effetto di ritardare e amplificare il suo orgasmo.

Ma niente ti vieta di stimolare le zone più sensibili del suo pene, come il frenulo ad esempio (quella piccola parte di pelle che collega il glande al prepuzio), contemporaneamente con dita e lingua: appoggia un dito ben lubrificato sul frenulo, accarezzandolo con la massima delicatezza. Poi accogli dito e punta del pene nella cavità umida e calda della tua bocca e alterna le carezze col dito a quelle con la lingua.

In punta di lingua o in fondo alla gola

Lei: può essere molto frustrante avere a che fare con un(‘) amante che non capisce quando è il momento di continuare-a-fare-esattamente-quello-che-sta-facendo e scambia le nostre (inevitabili) manifestazioni di entusiasmo all’avvicinarsi dell’orgasmo per un’incitazione ad andare più veloce, a spingere più in profondità… insomma a cambiare!

Nessun errore è più imperdonabile del far perdere alla donna l’orgasmo che già sentiva, figurativamente parlando, di avere in tasca. Detto questo, può essere molto piacevole quando il/la partner inizialmente varia la sua tecnica, alternando un sottile gioco in punta di lingua con l’utilizzo di una superficie più ampia (ovvero di tutta la lingua) e, di conseguenza, una carezza più intensa.

Tutto questo, come anticipato, deve finire quando la donna si avvicina inesorabilmente al massimo piacere. Ecco, quello è il momento di continuare-a-fare-esattamente-quello-che-stai-facendo.

Lui: non è un caso che ‘Gola profonda’ sia il titolo di un film porno tra i più popolari di sempre. L’uomo apprezza enormemente quando la persona che pratica la fellatio riesce ad accogliere gran parte del suo membro in bocca e questo non solo per evidenti questioni anatomiche e di mimesi con l’atto sessuale, ma anche perché la parete della gola è particolarmente morbida.

Un modo per riprodurre in parte questa sensazione, senza rischiare il soffocamento, è quella di far aderire la lingua al palato e stimolarlo con la parte inferiore della lingua, la cui morbidezza ricorda quella della gola. Dicono.

Se vuoi, ehm, approfondire l’argomento, clicca qua.

La cannuccia

Lei: quando senti che si sta avvicinando al piacere, prova a succhiare il clitoride, per chi lo apprezza è un metodo abbastanza garantito per farle raggiungere l’orgasmo. Considera però che non tutte lo amano perché, se il clitoride è particolarmente sensibile, la stimolazione può risultare troppo intensa quindi, come sempre del resto, procedi per tentativi e rimani sempre attento a interpretare le reazioni del suo corpo e a seguire le sue istruzioni verbali (nel caso in cui sia ancora in grando di dartene).

Lui: sono molti i modi di esaltare il suo piacere usando la tecnica di succhiare. Innanzitutto prova a prendere i suoi testicoli in bocca e a succhiarli leggermente, è una stimolazione che gli regala sensazioni molto intense. Un’altra tecnica, non facilissima da applicare ma che potrebbe portarlo ad un orgasmo mai provato prima, consiste nell’appoggiare le labbra alla sommità del suo pene, in corrispondenza dell’uretra, il piccolo canale dal quale fuoriescono tutti i suoi liquidi, e aspirare leggermente e ripetutamente. In questo modo vai a stimolare nientepopodimeno che la sua prostata: una delle sue zone erogene più misteriose, nascoste e potenti.

Specchio dei desideri

Che sia lei a essere deliziata o lui, l’uso di uno specchio non può fare altro che amplificare il vostro piacere.

Il sesso orale, infatti, è estremamente piacevole non solo per motivi puramente fisici ma può coinvolgere un aspetto psicologico di dominazione e sottomissione legato alla posizione e al gioco di ruoli.

E tutto questo non può essere che aumentato da una visione precisa di quanto sta accadendo.

I peli, superflui e non

Lei: mai provato a depilarti completamente? Con un rasoio o (ahinoi!) con una più efficace ceretta? Nel primo caso, puoi affidare il rasoio al(la) partner e trasformare il rituale in uno dei preliminari più sexy di sempre, nel secondo caso sappi che il dolore che proverai sarà ampiamente ricompensato da un’aumentata sensibilità della zona.

Se invece siete fan del corpo au naturel, provate a giocare con i peli del pube prima di iniziare il sesso orale o durante. Super erotico per tutti e due.

Lui: ovvio che se sei depilato, anche le tue sensazioni saranno amplificate e sarà più semplice per il/la partner prendersi cura di una parte sensibilissima e spesso trascurata tra le tue zone erogene come i testicoli.

Se non ne vuoi sapere e la persona che pratica la fellatio ha i capelli lunghi, chiedile di accarezzarti solo con i capelli prima del sesso orale. Un preliminare irresistibile, che unisce alla delicatissima e solleticante stimolazione dei capelli tutta l’eccitazione di avere il viso del/la tu@ partner così vicino ai genitali, nonché la deliziosa aspettativa di quello che succederà poi.

Gioca con le temperature e le bollicine

Lei: chiedi al/la partner di succhiare con le labbra un cubetto di ghiaccio prima di appoggiarle su di te o, se siete abbastanza arditi, di tenerlo in bocca mentre ti sollecita. Le tue sensazioni saranno decisamente da brivido.

Lui: prendi un sorso di champagne, di coca cola o di acqua gassata e unisci alla carezza della tua lingua quella di mille bollicine. E le sue sensazioni saranno… frizzanti!

Legami

Prova a farti legare (o a legare il tuo partner, se è lui che riceve il sesso orale) e abbandonati alla sua bocca. Meglio ancora se siete davanti allo specchio.

LELO_ETHEREA_MANETTE

The show must go on

Un errore piuttosto comune è fare di tutto per dare il massimo piacere all’altro e poi, nel momento esatto in cui questo accade, fermarsi e stare a guardare.
L’orgasmo, soprattutto quello femminile, non si brucia in un istante: accompagnarlo con movimenti opportunamente delicati può essere un modo per prolungarlo, intensificarlo e, nel caso delle donne, persino farlo ricominciare da capo!

Lei: chiedi al/la partner di mettere la mano a coppa e di accogliere il tuo sesso semplicemente premendo sulla tua vagina. E il tuo piacere sarà ancora più lungo e intenso.

Lui: altrettanto valido è il discorso se è lui a ricevere sesso orale. Se arrivare fino in fondo non fa per te, prendi il suo pene tra le mani, accompagna delicatamente gli spasmi del suo piacere con piccoli movimenti, premi il tuo corpo contro il suo.

E tu? Hai qualche consiglio da condividere con noi? Lasciaci un commento qua sotto!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per ricevere ogni settimana

• I nostri consigli per l’amore e il sesso
• Offerte esclusive sui LELO del tuo cuore
• Le storie più eccitanti e sensuali

Inserisci qui sotto il tuo nome e il tuo indirizzo email



Chi è Valentina Grandi

Pugliese di nascita, milanese di adozione, Valentina vive al quarto piano senza ascensore. Sarà per questo che ha scelto un lavoro che può fare anche da casa. Ama i negozi vintage, i vecchi cinema e Milano.

Lascia un commento