Il Kamasutra settimanale di LELO – La spaccata

Come funziona

Sdraiati a pancia in su, solleva le gambe distese in modo che formino un angolo retto con il tuo bacino e permetti a lui di divaricartele mentre entra dentro di te, con un colpo sicuro o un lento percorso, a seconda delle vostre preferenze.

Alcune varianti e aggiustamenti prevedono che tu abbia una cucino sotto il bacino o che lui sia in piedi. Se vuoi abbandonare completamente il controllo, lascia che lui ti prenda per i fianchi e ti trascini sopra le sue cosce (quando è in ginocchio): in questo modo sarai più sbilanciata all’indietro e ancora meno padrona dei tuoi movimenti.

Ovviamente è anche una posizione alla quale si può arrivare nell’arco di un rapporto, magari per variare dopo aver cominciato con un normale missionario.

Ed è semplicemente perfetta per il sesso anale.

I pro

Posizione tipica del sesso ‘rough’, un po’ violento, un po’ animalesco, parla di una passione incontenibile e di un maschio alfa, attivo, aggressivo, padrone della situazione e del tuo corpo. Lui decide tutto: come, quando, perché, a te non resta che assecondare i suoi movimenti. Ovviamente tutto ciò è un pro, se sei un’amante di questo tipo di situazione.

I tuoi desideri più estremi: la top 10 delle fantasie erotiche femminili

CONTINUA A LEGGERE

La posizione, inoltre, si presta a un contatto molto intenso tra gli amanti e, appunto, a un rapporto passionale.

È decisamente meno scomoda e meno atletica di quello che potresti pensare: tutta la ‘fatica’ è affidata a lui; ma anche lui, in realtà, ottiene grandi risultati con un piccolo sforzo, soprattutto se si mette in piedi.

I contro

Viceversa, se non sei un’amante del sesso violento, della penetrazione profonda, della dominazione maschile, questa posizione potrebbe non piacerti.  Inoltre, pur permettendo un contatto molto profondo tra i due partner, l’angolo di ingresso del pene non è il massimo per raggiungere il punto G. Per questo può essere utile aiutarsi con un cuscino.

L’accessorio più adatto

Un vibratore clitorideo. Punto.
Sei lì, completamente abbandonata al suo volere, il meno che tu possa fare è aiutarti a raggiungere l’orgasmo, o magari, che so, un orgasmo doppio, stimolandoti con un vibratore clitorideo, mentre lui è dentro di te.

LELO_MIA

Peraltro, la visione di te che ti accarezzi dovrebbe essere super eccitante per lui.

Ovviamente, come in tutte le posizioni ‘succube’, puoi farti bendare e legare per aumentare il senso di impotenza, ma questa è decisamente una situazione in cui i piccoli vibratori clitoridei (o anche semplicemente la carezza delle tue mani) danno i migliori risultati.

Da provare assolutamente.