LELO_VOLONTE_Handjob Day

L’ Handjob Day? Esiste, e si festeggia oggi in Giappone

Ah, il Giappone, la terra dei manga, dei ciliegi in fiore, del sushi.  Dello shibari e del bukkake.

Dell’Handjob Day…

Proprio così, il 21 luglio, siori e siori, si celebra in Giappone la Giornata del… come vogliamo chiamarla? Restiamo classy e diciamo della masturbazione al maschile.

C’era bisogno di un giorno per ricordare ai nostri amici uomini, alla nostra metà del cielo, di dedicare un po’ di sincera attenzione manuale al loro attributo più amato?

Probabilmente no. Ma chi siamo noi per opporci a qualsiasi forma di celebrazione del sesso in tutte le sue accezioni? Al contrario, siamo dei fervidi sostenitori della teoria che ogni scusa è buona per regalarsi piacere, sì, anche l’handjob day. Sì, anche se non sei giapponese.

Sulle origini di questa festa, ti riportiamo quello che tutti riferiscono, ossia che sia stata istituita dall’azienda giapponese Tenga e che la data scelta dipenda dal fatto che la parola masturbazione, in giapponese (‘onanī’), ricorda la data 07.21: dove ‘o’ sta per 0, ‘na’ per 7 e ‘ni’ per 2 (1 non pervenuto).

Se hai bisogno di qualche consiglio per rendere la tua attività preferita ancora più speciale, non ti resta che sfogliare le pagine di questa blog.

Tipo gli articoli qui di seguito:

Teorie e tecniche della masturbazione maschile
L’arte della masturbazione maschile o di come si accarezza un uomo con le mani (e non solo)
Kamasutra della masturbazione: le migliori posizioni per accarezzarsi in due
Le tre P del piacere maschile: prostata, pegging, plug anali

E se invece vuoi scoprire qualche gadget che renda il tutto ancora più bello, lo sai, siamo qui per questo.

Prova con un anello vibrante, con un ‘masturbatore‘ (sì, lo sappiamo, il nome è brutto, ma l’oggetto è intrigante, fidati). Aggiungi uno stimolatore prostatico all’equazione. Ieri, oggi, domani.  😉

LELO_MASSAGGIATORE_LOKI

Chi è Valentina Grandi

Pugliese di nascita, milanese di adozione, Valentina vive al quarto piano senza ascensore. Sarà per questo che ha scelto un lavoro che può fare anche da casa. Ama i negozi vintage, i vecchi cinema e Milano.

Lascia un commento