LELO_VOLONTE_Tecniche di massaggio sensuale

Tecniche e trucchi per il massaggio sensuale

Settembre, lo abbiamo già detto, è il mese dedicato al partner. Non solo, è anche il mese delle prime serate casalinghe, vuoi perché fuori fa un po’ più fresco, vuoi perché il giorno dopo si va ‘a scuola’. Per questo, ti diciamo le migliori tecniche e tutti i trucchi per regalare all’altra metà della tua coppia uno splendido massaggio casalingo che può finire nel migliore dei modi.

Pront@?

Crea l’atmosfera

Hai presente quando entri in una SPA e ti ritrovi improvvisamente immersa in un ambiente fatto di luci soffuse, profumi irresistibili e musiche dolcissime? Ovviamente tutto questo non è a caso. Dissemina anche tu la stanza di candele, non solo creeranno un ambiente rilassante, ma anche molto sexy (noi non possiamo nominare le candele in relazione ai massaggi senza aggiungere che ci sono delle candele che bruciando si trasformano in un ricco olio da massaggio, le trovi qui). Crea un sottofondo musicale che rispecchi i gusti del(la) partner ma scegli una musica non troppo connotata, nulla deve distogliere la sua attenzione dal tocco delle tue mani. L’ambiente deve essere caldo, anche a livello di temperatura, e l’ideale sarebbe che il partner avesse fatto un pasto leggero da almeno un’ora. Anche se non si tratta di un massaggio professionale, nessuno si diverte a stare sdraiato sulla pancia quando sta ancora digerendo. Ideale ideale sarebbe poi che avesse fatto anche una doccia o un bagno caldo. La pelle calda risulta più ricettiva al tocco, sentirsi puliti e profumati ci può aiutare a sentirci più liberi e disinibiti. E pronti ad abbandonarci senza remore a qualsiasi direzione il massaggio prenderà.

Munisciti, infine, di un olio ricco, che ci metta molto tempo ad assorbirsi dandoti la possibilità di scivolare a lungo sulla pelle della tua metà. Se entrambi lo gradite, scegli un olio dotato di un profumo lieve. Se usate sempre lo stesso, sarà un piacevolissimo legame con il rito del massaggio e tutti i ricordi dolci ed erotici ad esso associati.

Mantieni aperta la comunicazione

Proprio come farebbe un massaggiatore professionista, chiedi al partner se c’è una zona che ha particolare bisogno di attenzione, per dedicarti a quella prima di passare ai punti caldi. Quando regali un massaggio, più o meno erotico, alla persona con la quale hai una relazione, entrambi sapete che le probabilità che sconfini nel sesso sono altissime eppure sarebbe bene lasciare all’altro il dubbio che possa risolversi tutto, semplicemente, in un massaggio. La sua attenzione al tuo tocco sarà più alta e l’effetto del momento hot verrà esaltato.

Scegli una posizione dominante

Chiedi al tuo partner di sdraiarsi a pancia in giù e mettiti a cavalcioni sulla sua schiena, facendo attenzione a non pesare su zone delicate. Versati una quantità sufficiente di olio e comincia a riscaldarti le mani sfregandole energicamente l’una contro l’altra. Una volta che saranno calde, appoggiale alla base del collo e inizia a massaggiare in piccoli cerchi. Poi torna verso l’attaccatura dei capelli e ripeti. A te, anzi al partner, la scelta se massaggiare anche il cuoio capelluto. Alcuni amano i massaggi vigorosi, mentre per altri è molto più piacevole una carezza lieve. La soluzione è sempre la stessa: chiedere. Non c’è assolutamente bisogno di indire una conferenza sui diversi tipi di tocco, basterà fare qualche breve domanda al momento opportuno. E man mano che il massaggio procede, farsi sempre più silenziosi.

Spalle e braccia

Qui è dove puoi applicare un po’ più di pressione, sempre se il partner mostra di gradire. Il segreto per rendere il tutto più sensuale è procedere con estrema lentezza e, possibilmente, in accordo con il tuo respiro. Lavora una spalla per volta, facendo scivolare la tua mano lungo la lunghezza e procedendo fino alla parte alta del braccio.
Molto sensuale risulta anche il massaggio delle mani: intreccia le tue dita alle sue e fai dei movimenti circolari per sciogliere il polso. Poi dedica la tua attenzione a ogni singolo dito, senza fretta. Infine, esercita una piccola pressione sul palmo della mano, un’altra zona estremamente erogena.

Lungo la spina

I movimenti più complessi li lasciamo ai massaggiatori professionisti. Appoggia il palmo aperto sulla schiena del partner e, con il pollice, esegui un movimento che parte dalla spina dorsale e si allontana verso l’esterno. Insisti dove senti una tensione ma sempre procedendo con delicatezza e con estrema lentezza, scalda la parte, usa le tue mani per comunicare tutto il tuo amore.

Le parti basse

La parte bassa della schiena è dove le cose iniziano a farsi interessanti. È chiaro che, man mano che ti avvicini ai genitali, il partner inizierà a drizzare le antenne e a domandarsi che trattamento gli sarà riservato. Sarà mandato a letto senza cena, rilassato ma inappagato, o c’è una super sorpresa in serbo per lui (lei)?

Per il massaggio regolare, procedi come sopra, con movimenti circolari che partono dalla spina e si allargano verso l’alto e verso l’esterno. E, ad ogni cerchio, spingiti un po’ più in giù. A questo punto spetta a te decidere se e come stimolare la sua eccitazione. È ovvio che se lui o lei si trova disteso sulla pancia, quello che si presenta a te è il suo fantastico lato b, che puoi stimolare come preferisci. Puoi cominciare massaggiando i glutei e facendo scivolare le tue dita fino alla fenditura che li separa. Se sei abbastanza curioso, se lui (o lei) mostra di gradire, puoi anche appoggiare le tue labbra e procedere con un anilingus. Davvero è tutto nelle tue mani e puoi procedere come meglio credi, facendo sempre attenzione alla risposta che ottieni.

Leggi anche: Il massaggio yoni per risvegliare la divinità che è in lei

Gioca con le temperature

Probabilmente, se fossi un(a) professionista, non sarebbe molto ben accetto. Ma per fortuna non lo sei e puoi sempre giocare con la cera calda (sempre avendo cura di usare candele apposite per non rischiare di ustionare il partner) e con i cubetti di ghiaccio, giusto per dare una sferzata al partner e non farlo rilassare troppo.

Leggi anche: A qualcuno piace caldo… giochi erotici che sfruttano la temperatura

Aggiungi un po’ di pepe

Condisci il tuo massaggio con un paio di manette o una benda per rendere il tuo prossimo tocco ancora più imprevedibile. Munisciti di un piumino o di un frustino, entra nel ruolo del massaggiatore disposto all’happy ending o della padrona e del suo schiavo immobilizzato.

Usa un accessorio

Ci sono vibratori che sono dei veri e propri massaggiatori pensati per le varie zone del corpo, come la SMART Wand Medium e Large, che funzionano come un prolungamento della tua mano. E poi ci sono i vibratori come SIRI 2 o LILY 2, che puoi afferrare quando la situazione si fa calda per sorprendere il partner o per regalare un finale leggermente diverso dal solito.

Dialogo senza parole

Il massaggio è una specie di dialogo che avviene tra i corpi ed è un ottimo esercizio di ascolto sensuale. Osserva le reazioni del corpo del partner e lascia che siano quelle a guidare i tuoi movimenti, a spingerti verso le zone più doloranti o più reattive al tuo tocco. Aiuta il partner a esplorare il piacere del dolore massaggiando una zona contratta, stuzzica la sua eccitazione deludendo le sue aspettative fino a regalargli/le un finale esplosivo. In tutti i sensi.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per ricevere ogni settimana

• I nostri consigli per l’amore e il sesso
• Offerte esclusive sui LELO del tuo cuore
• Le storie più eccitanti e sensuali

Inserisci qui sotto il tuo nome e il tuo indirizzo email



Chi è Valentina Grandi

Pugliese di nascita, milanese di adozione, Valentina vive al quarto piano senza ascensore. Sarà per questo che ha scelto un lavoro che può fare anche da casa. Ama i negozi vintage, i vecchi cinema e Milano.

Lascia un commento