MASSAGGIO_PER_LUI

I massaggi erotici per lui: il massaggio prostatico, il massaggio nuru, il massaggio lingam

Il massaggio è sicuramente uno dei preliminari più erotici che, oltre a metterci in contatto con il partner, ci permette anche di risvegliare tutte le sue zone erogene.
Allora perché non provare a trasformarci nella ‘geisha’ che tutti gli uomini desiderano incontrare e regalare un eccitante massaggio erotico al nostro uomo?

Il massaggio prostatico 

Ne abbiamo già parlato diffusamente, il massaggio prostatico è uno dei metodi più sicuri per far provare all’uomo l’orgasmo da punto L.
Gli uomini hanno questa zona sensibilissima posta alla radice del pene, la prostata appunto, che viene assimilata al punto G femminile, e che può essere stimolata in due modi: con una particolare tecnica di fellatio che consiste nell’appoggiare le labbra sul glande e aspirare all’altezza dell’uretra o, più semplicemente, con il massaggio della zona, interno od esterno.

Più semplicemente nel senso che, rispetto alla stimolazione tramite la fellatio, quella con il massaggio è più diretta, anche se si deve vincere l’ancestrale diffidenza che gli uomini eterosessuali nutrono verso la sfera anale della propria sessualità. Quindi diciamo che la gran parte della fatica dovrebbe consistere nel convincere il tuo uomo a farsi stimolare inserendo un dito (ben lubrificato) o, meglio, un sex toy, proprio lì, in quella che lui considera la parte più inviolabile del proprio corpo.

LELO_BILLY_MASSAGGIATORE_BLU

Ma, una volta che avrai raggiunto questa piccola noce, il tuo uomo ti sarà riconoscente perché gli orgasmi provocati dalla stimolazione della prostata sono di natura completamente diversa da quelli generati dalla stimolazione del pene e, generalmente, molto più lunghi e intensi.

Se poi il tuo lui è particolarmente reticente puoi sempre massaggiare l’area compresa tra scroto e ano che permette di stimolare la prostata dall’esterno.

Il massaggio lingam 

Nell’ambito della cultura indiana è nato il tantra, una disciplina che, in ambito sessuale, ha propugnato un’altra via, una via nella quale l’orgasmo non rappresenta il punto di arrivo, ma una conseguenza secondaria dell’eccitazione, che può verificarsi o meno. Una via nella quale ci si concentra su tutte le sensazioni che si provano, piuttosto che su quell’ultimo momento di piacere conclusivo che spesso per noi occidentali è diventato un’ossessione.

È in questa prospettiva che il massaggio del lingam, ovvero del pene, si inserisce in una più ampia pratica di massaggio, in cui ci si preoccupa del benessere del nostro partner immergendolo in un ambiente caldo e confortevole, magari illuminato da candele, accarezzando il suo corpo dalla testa ai piedi, insistendo sulle sue zone erogene, per arrivare poi, in finale, al vero e proprio massaggio del pene, che viene effettuato sollecitando i testicoli con una mano e passando l’altra mano sulla lunghezza dell’asta, partendo dalla base fino alla punta e ripetendo l’azione lentamente senza mai aumentare il ritmo.

CANDELE-MASSAGGIO

Il massaggio nuru 

Anche in questo caso le radici affondano in una cultura altra dalla nostra, in cui la sessualità è vissuta in maniera molto diversa, ovvero quella giapponese. Il massaggio nuru consiste in un massaggio che si pratica con tutto il corpo, dopo averlo ricoperto di un gel ricavato dalle alghe nori.
La donna si cosparge di questo gel che rende la pelle scivolosissima (ma immaginiamo che qualsiasi olio da massaggio possa svolgere la stessa funzione), si stende sopra l’uomo e inizia a massaggiarlo sfruttando tutte le parti del proprio corpo tranne le mani… una tecnica decisamente da copiare!

Chi è Valentina Grandi

Pugliese di nascita, milanese di adozione, Valentina vive al quarto piano senza ascensore. Sarà per questo che ha scelto un lavoro che può fare anche da casa. Ama i negozi vintage, i vecchi cinema e Milano.

Lascia un commento