4 posizioni per fare sesso nel modo più intimo

Ormai dovresti saperlo anche tu che siamo dei fan del sesso in tutte le sue forme, anche le più bizzarre, anche le più acrobatiche. Questo non significa che ognuno di noi non desideri, di tanto in tanto, avere l’opportunità di assaporare l’altro con lentezza, condividere un piacere più riflessivo.

E, se l’impresa può rivelarsi ardua se vi trovate in una posizione come quella del cunnilingus sospeso o in qualsiasi altra interpretazione del sesso acrobatico, esistono delle posizioni che invece sembrano fatte apposta. Anzi, sono fatte apposta.

Eccole qua.

Il cucchiaio

Difficoltà: 2/5

La posizione alla quale tutti gli amanti ricorrono nelle pigre mattine della domenica, il cucchiaio è perfetta per un appassionato abbraccio da dietro e per immergere la faccia nei capelli dell’amato.

Non solo, anche se a prima vista sembra il contrario, è una posizione estremamente versatile che si presta al rapporto ‘tradizionale’, a quello anale, ma anche alla reciproca masturbazione (reciproca nel senso che il partner che abbraccia può anche essere una donna che appaga il proprio uomo con le mani).

E che può andare avanti a lungo, prenditi tutto il tempo che ti serve.

Domenica mattina

CONTINUA A LEGGERE

Il sandwich

Difficoltà: 2.5/5

Il modo più semplice per descrivere questa posizione è quella di pensarla come un cucchiaio in cui il partner che si trova sotto si mette a pancia in giù. È ideale per il sesso anale, perché consente al pene di restare al suo posto e favorisce un movimento regolare senza improvvise (e a volte non gradite) variazioni di ritmo.

Se il partner ‘sotto’ è una donna, può collocare un piccolo vibratore come LILY 2 o NEA 2 a contatto con il clitoride, per una stimolazione ‘senza mani’, mentre intrecciate romanticamente le vostre dita.

Il cavallo a dondolo

Difficoltà: 2.5/5

La posizione dell’amazzone è una delle preferite da uomini e donne. Perché favorisce un contatto molto intenso (che la donna può regolare a proprio piacimento) e mette la donna in una posizione di controllo. Ma non è certo riposante!

Chiedi al partner di mettersi seduto sul letto, con la schiena appoggiata alla testiera. In questo modo riesce a usare la mani per sostenerti, aiutandoti nei movimenti e permettendoti di durare più a lungo. Aggiungi un vibratore per la coppia come TIANI 24k, che ha due motori che vibrano all’interno del tuo corpo (per stimolare il tuo punto G e il suo pene) e all’esterno (per stimolare il tuo clitoride e trasmettersi anche al suo corpo).

Siete in una posizione che, se il piacere non è troppo intenso, vi permette di andare avanti all’infinito e raccontarvi la storia delle vostre vite nel frattempo.  O di fermarvi e restare un attimo sospesi per recuperare il sangue freddo, se il piacere si fa troppo intenso.

Contro il muro

Difficoltà: 4/5 (dipende molto dalle vostre rispettive costituzioni)

 

Ok, abbiamo detto lente e intime, non abbiamo detto facili. Se lui è in forma (e tu sei minuta), lui può farsi carico di tutto il tuo peso, altrimenti basterà che tu ti appoggi a un tavolino o a qualsiasi altra superficie si trovi alla giusta altezza.

Certo, è una posizione che si presta perfettamente a una sveltina super passionale. Ma, altrettanto vero, anche a un incontro decisamente più lento e ugualmente appassionato. Soprattutto se tu sei appoggiata da qualche parte. Provate a variare lentamente l’angolo di ingresso  o a fermarvi nel bel mezzo per assaporare la vicinanza dei vostri corpi.

Conclusione

Il ritmo e il contatto visivo sono quello che rende una posizione più intima, ma molti confondono ritmo lento con sesso noioso.

Costringerti a trattenere l’orgasmo può aiutarti a diventare un amante molto più presente e, se temi che il piacere non sia abbastanza intenso, prova con uno dei vibratori per la coppia di LELO: rendono tutto più, ehm, vibrante. Per tutti e due.