KEGEL PER LEI

Gli esercizi di Kegel per il perineo femminile, con e senza accessori

Il perineo è un insieme di muscoli che si estende dall’osso del pube al coccige e che viene spesso paragonato, per la sua forma, a una specie di amaca. È una zona cruciale della nostra anatomia perché la sua efficienza influenza la nostra salute, il nostro benessere e la nostra sessualità, pertanto dobbiamo sforzarci di mantenerlo sempre in forma. Anche perché mantenerlo in forma richiede davvero poco sforzo.

LUNA-NOIR

Alcuni benefici di un perineo tonico

Prima il dovere…

Un perineo muscoloso assicura un buon sostegno ai nostri organi interni: non a caso i muscoli perineali sono definiti il ‘pavimento’ del nostro corpo, in quanto su di essi si appoggiano organi fondamentali come, tra gli altri, quelli riproduttivi. Ci permettono inoltre di trattenere le perdite urinarie che possono insorgere dopo un parto o con il passare degli anni, e combattono l’eiaculazione precoce negli uomini.

… e poi il piacere

Infine, un perineo d’acciaio è estremamente benefico per la sessualità perché permette alle donne di ottenere orgasmi più lunghi e intensi e agli uomini di mantenere l’erezione più a lungo e con più potenza.

Trovare il perineo

La tecnica di fermare la pipì

Il modo più semplice per individuare i muscoli del perineo consiste nel provare a fermare il flusso di pipì. Questo esercizio non va ripetuto spesso perché a lungo andare può avere conseguenze negative ma è sicuramente il modo più semplice e immediato per individuare i muscoli che tanto ci interessano.

L’esplorazione ‘digitale’

Un altro metodo consiste nell’inserire un dito dentro la vagina fino a una profondità di circa 2 cm e notare i muscoli che entrano in gioco quando proviamo a stringere il dito. Ecco, quelli sono i muscoli del perineo.

E adesso che li abbiamo trovati, e che abbiamo imparato che sono dei muscoli volontari, ovvero dei muscoli che possiamo muovere a nostro piacimento e dunque allenare, vediamo come fare. E poiché ci siamo già interessati agli uomini, ci dedichiamo qui all’altra metà del cielo.

Gli esercizi con gli accessori

Le sfere di Kegel

Sono state usate per secoli per rafforzare il pavimento pelvico. Sono costituite da una o due sfere legate tra loro contenenti, a loro volta, due palline più piccole che, muovendosi, provocano delle vibrazioni che si propagano dolcemente all’interno della vagina provocando l’involontaria reazione dei muscoli perineali. Si possono indossare mentre si è intenti a fare tutt’altro per una ginnastica passiva, o optare per un training attivo. In questo caso mettetevi in piedi, con le gambe leggermente discoste l’una dall’altra e effettuate una serie di 10 contrazioni dei muscoli perineali della durata di 5 secondi, alternate ad un periodo di riposo della stessa durata. Ripetete la serie per 3 volte.

LUNA_BEADS

Le sfere di Kegel del futuro

Per le amanti della tecnologia, esiste una versione 2.0 delle sfere della geisha. Si tratta di LELO Smart Bead, un accessorio vibrante dotato di sensori tattili che funziona così: si inserisce all’interno della vagina e, quando LELO Smart Bead vibra, si risponde contraendo gli ormai famosi muscoli pelvici. I sensori tattili misurano il livello della contrazione e in base alla sua intensità ‘capiscono’ quanto il pavimento pelvico è tonico. LELO Smart Bead imposta a questo punto una routine di esercizi basata proprio sul tipo di risposta ottenuta: quindi esercizi più semplici e graduali se il pavimento è risultato debole e fuori allenamento, più intensi e veloci se i muscoli sono già ben allenati. Gli esercizi non sono altro che una versione avanzata degli esercizi di Kegel che faresti con delle normali palline vaginali, ma in questo caso è la vibrazione a guidare il ritmo delle tue contrazioni e la durata dell’esercizio: ogni volta che l’accessorio vibra, dovrai rispondere con una contrazione. LELO Smart Bead è anche in grado di monitorare i tuoi progressi e proporti di volta in volta una serie di esercizi più avanzata.

LUNA BEAD

I coni vaginali

Come indica il loro nome, sono dei coni destinati a essere inseriti in vagina. Il principio è simile a quello delle sfere vaginali, si tratta di trattenere i coni dentro la vagina, in modo da far lavorare i muscoli. Solo che i coni hanno pesi differenti che seguono i progressi del muscolo: più il muscolo è tonico, più il cono da inserire sarà pesante. Un po’ il concetto di usare una o due palline.

Le dita

Gli accessori più pratici, perché sono sempre a disposizione… Svolgono la funzione delle palline, con il difetto che non vibrano e il vantaggio che sono sempre disponibili e pronte all’uso. Per esercitare il perineo si procede come indicato sopra: basta inserire un dito in vagina e provare a contrarre i nostri muscoli attorno ad esso, trattenendo la contrazione per circa 5 secondi e rilasciando per altri cinque secondi. Ripetere la sequenza dieci volte e lasciar riposare un po’ prima di riprendere con un’altra sequenza. L’uso delle dita è indubbiamente più scomodo ma ha il vantaggio di una doppia risposta, nel senso che il nostro dito è in grado di percepire il livello della contrazione e i progressi nel tempo.

Gli esercizi senza accessori

In piedi, seduti, distesi, in acqua…

Il bello degli esercizi di Kegel è che possono essere effettuati praticamente in qualsiasi momento: l’importante è che, se sei in piedi, tu tenga le gambe leggermente discoste e, se sei sdraiata, le ginocchia piegate. Per il resto, che tu sia in metro, o davanti al computer, in una sala d’attesa o a mollo in acqua, sarà uno di quei rari casi in cui nessuno si accorgerà che ti stai allenando.

LUNA_BEADS_GOLD_SCATOLA

Salvaguardare il proprio perineo

Dosare gli esercizi

Un esercizio quotidiano è essenziale per mantenere il perineo tonico, ma è inutile esagerare! Qualche minuto al giorno sarà sufficiente all’inizio. Se senti che gli esercizi sono difficili e che la contrazione della zona è stancante, consulta un medico.

E scegliere quelli giusti

Infine, premesso che lo sport è assolutamente benefico per la nostra salute così come per la nostra sessualità, ci sono alcune attività che mettono a dura prova il nostro perineo. Soprattutto gli sport che sollecitano particolarmente gli addominali sono poco raccomandabili.

Ok, a questo punto non ci resta che iniziare ad allenarci e una volta tanto non abbiamo scuse, non possiamo dire che il lavoro ci impegna troppo o che abbiamo dimenticate la tuta a casa… e i risultati saranno estremamente piacevoli!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per ricevere ogni settimana

• I nostri consigli per l’amore e il sesso
• Offerte esclusive sui LELO del tuo cuore
• Le storie più eccitanti e sensuali

Inserisci qui sotto il tuo nome e il tuo indirizzo email



Chi è Valentina Grandi

Pugliese di nascita, milanese di adozione, Valentina vive al quarto piano senza ascensore. Sarà per questo che ha scelto un lavoro che può fare anche da casa. Ama i negozi vintage, i vecchi cinema e Milano.

Lascia un commento