5 regole per assicurarti l’orgasmo anche durante una sveltina

Lo sappiamo. Lo sappiamo che tra il lavoro (o la frenetica ricerca dello stesso) e lo studio, tra la palestra e la piscina, tra gli aperitivi con le amiche e le partite di calcetto con gli amici, tra le telefonate alla mamma e le sfide alla playstation, il tempo che rimane per l’amore è davvero poco. Se poi hai anche dei bambini da accudire, si riduce praticamente a zero.

Ecco perché è importante imparare a trarre il massimo piacere dalla sveltina, perché potrebbero esserci dei periodi dell’anno o dei momenti della vita in cui è l’unica occasione di piacere che ti è concessa, o perlomeno quella che ti è concessa più spesso.

Quindi leggi tutti i nostri consigli e imparali a memoria.

Una piccola premessa

Non saremo noi a doverti ricordare che quando a fare l’amore è una coppia etero le due parti si trovano, nella maggior parte dei casi, in una situazione di estrema disparità, in cui il tempo necessario all’uomo per raggiungere l’orgasmo durante il rapporto sessuale è molto inferiore a quello indispensabile alla donna. E che durante una sveltina questo divario è ancora più pronunciato.

Ma se è necessario, te lo ricordiamo. E ti diciamo anche come rendere prezioso e, ehm, efficace, ogni singolo istante.

1. Parlami d’amore

Nel (lontano) 2012, abbiamo pubblicato i risultati di un nostro sondaggio secondo il quale il 71% delle donne praticavano il sexting (ovvero mandavano messaggi dal contenuto piuttosto esplicito ai propri partner), mentre il 73% apprezzava le gioie del sesso telefonico. Ora, da questo punto di vista, le cose non sono altro che migliorate, con  la tecnologia che ti mette a disposizione ogni giorno un nuovo ritrovato per rendere il tuo sexting sempre più sicuro ed efficace.

Se il tempo che avete a disposizione per l’atto concreto è poco, hai però tutto il resto della giornata per stuzzicare la fantasia dell’altro, mettere in subbuglio i suoi sensi, solleticare i suoi desideri. Chiaro che se lui, ma soprattutto lei, arriva all’incontro già eccitato, buona parte del ‘lavoro’ è già fatta.

LUNA_BEADS

2. Prepara(ti) alla scena

Preparati al tuo incontro hot stimolando la tua zona più erogena, il cervello. Smetti di pensare a quanto poco tempo avrai a disposizione e concentrati sul piacere che proverai. Leggi un racconto sexy, guarda un film porno… creare uno stato d’animo eccitato prima del tempo non solo è incredibilmente, beh, eccitante, ma vi permette di ritrovarvi allo stesso punto (avanzato!) molto in fretta. L’efficienza non è mai stata così piacevole.

3. Gioca con i giochi (erotici)

Si stima che solo il 30% delle donne raggiunga l’orgasmo solo attraverso la penetrazione. Una cifra destinata a diminuire quando il tempo a disposizione è poco. Con le sue circa 8000 terminazioni nervose, il clitoride è l’organo più sensibile del corpo umano, non c’è dunque da stupirsi se la gran parte delle donne ottiene il massimo piacere proprio attraverso la stimolazione di questo attributo delle meraviglie. Allora che ne dici di aggiungere un piccolo giocattolo come SIRI 2 o LILY 2 (generalmente più efficaci delle dita)  all’equazione? O addirittura una SMART WAND, se il tempo è molto poco e lei ama una stimolazione vigorosa?  O possiamo, non proprio umilmente, suggerirti lo straordinario SONA? Uno stimolatore clitorideo che non sfrutta le vibrazioni, ma bensì le onde sonore per raggiungere ogni parte del clitoride, anche quella che non vedi? Arrivare  all’orgasmo in pochissimo tempo non sarà più un problema, fidati, e la sveltina potrebbe diventare la vostra nuova attività preferita.

4. Assumi la posizione

C’è un tempo e uno spazio per ogni cosa. Ci sono le domeniche mattine per il cucchiaio e il sesso lento. Ma l’ideale, per le sveltine, sono le posizioni che favoriscono un contatto molto profondo tra i partner: come la pecorina e il missionario nelle sue varianti (tipo quando lei appoggia le gambe sulle spalle di lui). O l’amazzone, che permette a lei di guidarlo dritto dritto al suo piacere.

5. Scegli la location. Anzi no

Non c’è bisogno di sprecare tempo per raggiungere la camera da letto. Dalla porta di casa (chiusa) al piano di lavoro della cucina, dalla doccia al divano, la casa offre mille luoghi ideali per la perfetta sveltina. E il senso di trasgressione non farà altro che aggiungere pepe ed eccitazione all’incontro!

Ma potete anche allargare i vostri orizzonti e sottoporre le sospensioni della macchina a un test molto accurato e specifico, mescolare piacere e dovere in ufficio o addirittura osare un incontro ad alta quota. Basta non farsi beccare!

Conclusione

Che sia la conseguenza di una mancanza cronica di tempo o di un’abbondanza costante di desiderio, la sveltina può diventare il tuo nuovo modo preferito di fare l’amore. Soprattutto con questi accorgimenti!

Chi è Valentina Grandi

Pugliese di nascita, milanese di adozione, Valentina vive al quarto piano senza ascensore. Sarà per questo che ha scelto un lavoro che può fare anche da casa. Ama i negozi vintage, i vecchi cinema e Milano.

Lascia un commento